Sanguinamento protratto in seguito al pap test

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 08/06/2022 Aggiornato il 08/06/2022

Dopo l'esecuzione del pap test possono comparire lievi perdite ematiche che, tuttavia, generalmente si risolvono in uno-due giorni.

Una domanda di: Mary
Salve, è normale che dopo 10 giorni dal Pap test abbia ancora continue perdite di sangue marroncine? Sapevo che il sanguinamento sarebbe stato per un paio di giorni ma non per 10. Tutto ciò è normale?

Gentile Mary,
hai ragione, in genere le perdite ematiche dopo l’esecuzione del pap test durano 1-2 giorni, di solito non di più. Hai forse assunto dopo averlo fatto dei FANS (farmaci antiinfiammatori non steroidei) magari per un mal di testa o altro? Sì perché queste medicine possono favorire il sanguinamento. A breve, comunque avrai il risultato del pap test che chiarirà se ci sono particolari infiammazioni/alterazioni che possano giustificare questo protrarsi delle perdite.
Un caro saluto.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Eparina, cardioaspirina, folina prescritte a inizio gravidanza: servono tutte?

06/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è possibile per uno specialista giudicare le scelte terapeutiche di un collega, specialmente nell'eventualità in cui non possa disporre di tutte le informazioni necessarie a inquadrare il caso clinico. Le spiegazioni relative a quanto viene prescritto vanno chieste al proprio curante.   »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti