Sport giusto per i bambini, perché è importante sceglierlo bene?

Roberta Raviolo A cura di Roberta Raviolo Pubblicato il 09/01/2023 Aggiornato il 09/01/2023

Gli esperti raccomandano di scegliere lo sport giusto per i bambini. Combatte il sovrappeso, favorisce la crescita, diverte, aiuta la concentrazione. Ecco i consigli migliori

Lo sport per i bambini deve divertire e insegnare loro a stare insiene e a rispettare le regole

Qual è lo sport giusto per i bambini? Secondo gli esperti dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, è importante che l’attività fisica in infanzia e in adolescenza piaccia ai più giovani, in modo che la pratichino volentieri per trarne tutti i possibili benefici.

Perché è importante lo sport nei bambini?

La raccomandazione di fare attività fisica è valida sempre, ma soprattutto in un periodo che vede gli effetti negativi della sedentarietà forzata, legata al periodo del lockdown per il Covid-19. Lo sport giusto per i bambini svolge un ruolo insostituibile in età scolastica, perché ha una serie di effetti benefici sulla crescita psicofisica.

 

  • Aiuta a combattere il sovrappeso legato ad alimentazione scorretta e a cattive abitudini.
  • Favorisce una crescita muscolo-scheletrica armoniosa, rendendo il corpo più sano anche in età adulta.
  • Migliora la funzionalità cardio-polmonare e riduce quindi il rischio di disturbi respiratori.
  • Diverte e aiuta a incanalare in modo positivo la normale energia dei giovanissimi.
  • Abitua a rispettare gli altri e a seguire semplici ma importanti regole.
     
In che modo il lockdown ha frenato l’attività fisica?

La pandemia e le conseguenti restrizioni hanno favorito la sedentarietà in tutte le fasce d’età, ma soprattutto tra i bambini. Per questa ragione hanno facilmente preso piede le cattive abitudini, tra le quali, la pigrizia e la mancanza di motivazione, che nel 51% dei casi causano interruzione dello sport. Seguono l’eccessivo carico scolastico, che scoraggia il 29% dei giovanissimi e i motivi economici, che costituiscono un impedimento per il 5%.
È necessario che bambini e ragazzi riprendano a praticare attività, fondamentale per molteplici motivi. Lo sport aiuta a sviluppare capacità motorie e capacità relazionali, a mettersi in gioco lavorando in gruppo e a superare i propri limiti. Il ruolo dei genitori è insostituibile: devono incentivare il movimento proponendo occasioni di moto e fornendo essi stessi un buon esempio con una vita più attiva, limitando le concessioni di computer e smartphone.

Qual è il momento adatto per iniziare un’attività sportiva?

Non esiste un unico sport giusto per i bambini. Molto dipende dai gusti personali, dal carattere, ma in generale gli esperti suggeriscono di iniziare all’epoca della scuola primaria, valutando la maturità fisica ed emotiva di ogni bambino.

 Tra i 6 e gli 8 anni è bene partire con attività individuali come il nuoto o la ginnastica; tra gli 8 e i 13 anni si possono praticare sport di squadra come il calcio, il rugby e la pallacanestro, oltre alle discipline che richiedono coordinazione come tennis e judo. In caso di problemi di salute, come asma e ipertensione arteriosa, è indicato l’esercizio fisico di tipo aerobico come bicicletta, corsa, pattinaggio, danza e giochi di squadra come calcio, basket, pallavolo, hockey e anche nuoto. È bene assicurare intervalli di recupero in caso di esercizi ad alta intensità.  L’attività fisica ha solo lati positivi, perché migliora i sintomi, riduce l’utilizzo dei farmaci e il numero dei ricoveri in ospedale.

 

 
 
 

In sintesi

I bambini con serie cardiopatie possono praticare sport?

Le cardiopatie congenite, a causa dell’atteggiamento iperprotettivo dei genitori, espone i bambini al rischio di diventare sedentari e di sviluppare ulteriori malattie legate a questa condizione. Gli studi hanno invece dimostrato che non esistono vere controindicazioni alla pratica di tipo aerobico adeguando l’intensità dello sforzo, sempre sotto controllo del medico.

In che modo l’attività aiuta i bambini sovrappeso?

L’attività fisica è essenziale per i ragazzi con obesità, che colpisce oggi nel mondo circa 50 milioni di ragazze e 74 milioni di ragazzi di età compresa tra i 5 e i 19 anni. Ideale è il nuoto e anche un’attività di tipo aerobico come camminare a passo svelto e andare in bicicletta. È importante praticare sport almeno tre volte alla settimana.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti