Sculacciate: non servono a educare i bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/06/2016 Aggiornato il 28/06/2016

A volte le sculacciate scappano, quando i bambini fanno perdere la pazienza. Ma come metodo educativo non servono. Anzi possono avere effetti negativi. Ecco perché

Sculacciate: non servono a educare i bambini

In molti Paesi del mondo le sculacciate “rieducative” sono state abolite nelle scuole, ma ancora oggi sopravvivono tra le mura di casa. Uno studio, durato 50 anni, ha però dimostrato che non solo le sculacciate non sono educative, ma anzi produrrebbero l’effetto opposto. Il risultato di questa punizione corporale maturerebbe, infatti, un atteggiamento di sfida, seguito nei casi più gravi da comportamenti aggressivi, disagio mentale, difficoltà nell’apprendimento e comportamenti anti-sociali.

Una meta-analisi su oltre 160.000 bambini

La ricerca, condotta dall’Università del Texas e del Michigan, ha preso in esame più di 160.000 bambini. Per una dei ricercatori coinvolti, Elizabeth Gershoff, docente di Sociologia della famiglia presso l’Università del Texas, “le sculacciate sono risultate associate a risultati negativi e non a un maggior rispetto delle regole o ad atteggiamenti di ubbidienza. Esattamente il contrario di quanto vogliono i genitori quando puniscono in questo modo i figli”.

La conferma di Oliverio Ferraris

La psicologa Anna Oliverio Ferraris, specializzata in educazione, nel suo libro “Non solo amore, i bisogni psicologici dei bambini” conferma che non è giusto sculacciare i bambini, precisando che c’è differenza tra un colpetto lieve e la sculacciata “in grande stile”, inflitta il più delle volte con l’intento di umiliare. Una ricerca del 2010 del Calvin College, tuttavia, affermava l’esatto contrario: i bambini sculacciati fino ai sei anni avrebbero ottenuto voti migliori e sarebbero più ottimisti rispetto ai coetanei “non sculacciati”. Ma oggi, diversi esperti condannano la sculacciata. Punire il bambino quando sbaglia è importante per disincentivare il comportamento negativo, ma mai attraverso la violenza fisica. Tra le strategie consigliate dalla psicologa Ferraris, può essere utile vietare un gioco o un’attività cui il bambino tiene, oppure allontanarlo per un po’ di tempo affinché possa riflettere sull’errore commesso.

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

Secondo i dati Unicef l’80% delle mamme e dei papà in tutto il mondo utilizzano la sculacciata come mezzo educativo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale in allattamento: si può fare?

26/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vaccinazione antiinfluenzale non è controindicata per le mamme che allattano al seno.  »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti