Seggiolini anti-abbandono: obbligatori fino ai 4 anni

Elisa Carcano A cura di Elisa Carcano Pubblicato il 08/10/2019 Aggiornato il 08/10/2019

Si aspetta ora la pubblicazione del decreto ministeriale sulla Gazzetta Ufficiale per conoscere esattamente le tempistiche - si parla di fine febbraio - e le caratteristiche che dovranno avere i seggiolini anti-abbandono

Seggiolini anti-abbandono: obbligatori fino ai 4 anni

Diventa obbligatoria l’installazione di dispositivi anti-abbandono sui seggiolini esistenti e su quelli che saranno messi in commercio. Con la firma del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti De Micheli al decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo Codice della Strada sarà  infatti necessario far viaggiare i bambini fino ai 4 anni di età su appositi seggiolini anti-abbandono. La data effettiva dell’entrata in vigore dell’obbligo dovrebbe essere fine febbraio, ma bisogna attendere la pubblicazione del decreto ministeriale sulla Gazzetta Ufficiale per conoscere i dettagli sulle tempistiche e sulle caratteristiche che dovranno avere i seggiolini anti-abbandono. 120 giorni di tempo circa per permettere alle aziende che commercializzano questi prodotti di potersi attrezzare, come indicato anche dal Consiglio di Stato a fine settembre. Per chi non rispetterà tale obbligo sono previste sanzioni fino al ritiro della patente.

Allarmi automatici

Come specificato nel decreto ministeriale, questi dispositivi dovranno attivarsi automaticamente facendo pervenire un alert al conducente con segnali visivi e acustici, o visivi e aptici, percepibili dentro e fuori l’auto. l testo prevede poi che i dispositivi possano essere collegati a un sistema di comunicazione automatico (lo smartphone) per l’invio di messaggi o chiamate. Sebbene questo sia un punto un po’ debole, in quanto il cellulare potrebbe essere scarico, trovarsi in una zona non coperta da segnale o semplicemente spento.

Mai più bimbi dimenticati in auto

Il provvedimento ha lo scopo di impedire tragiche dimenticanze che sono costate la vita ai bambini piccoli: sono nove le vittime in Italia dal 1998 a oggi. L’ultimo caso a Catania, appena pochi giorni fa, quando un padre ha lasciato il proprio bambino di due anni nel parcheggio dell’università dove lavorava. Il bimbo si era addormentato e il padre era andato al lavoro senza accorgersi della sua presenza.

L’iter cominciato con il precedente governo

In realtà l’obbligo dei seggiolini anti-abbandono sarebbe dovuto scattare già a luglio, ma il ritardo prima nell’invio alla Commissione europea per il parere obbligatorio e la caduta del governo poi avevano di fatto creato una situazione di stallo, sbloccata ora dalla firma del ministro De Micheli, passaggio conclusivo della legge. Sono ora allo studio agevolazioni fiscali per favorire l’acquisto dei seggiolini anti-abbandono.

 

 

Da sapere!

In questi ultimi anni ci sono state diverse iniziative per dotare i seggiolini auto di specifici dispositivi anti-abbandono.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Forte raffreddore e un episodio di febbre a inizio gravidanza: ci sono rischi?

12/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Nessuno studio finora si è rivelato conclusivo circa la relazione tra comparsa della febbre e malformazioni nel feto.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti