Tablet negli under 12: attenzione ai rischi

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 29/01/2019 Aggiornato il 30/01/2019

Non sono strumenti negativi a priori, ma possono diventarlo se usati in modo scorretto, in quanto possono incidere negativamente sullo sviluppo del bambino

Tablet negli under 12: attenzione ai rischi

La sovraesposizione ai tablet nei bambini può causare conseguenze negative sullo sviluppo. È il risultato di una ricerca canadese che ha coinvolto 2.400 bimbi  pubblicata sulla rivista medica Jama Pediatrics.

Tutti i rischi

Non è la prima volta che l’utilizzo eccessivo di tablet & co. viene messo sotto accusa. Anche secondo un’altra ricerca condotta dell’Osservatorio nazionale adolescenza sulla dipendenza creata dall’utilizzo dei tablet, il rischio maggiore lo corrono i bambini più piccoli. Infatti, un uso eccessivo di tablet negli under 12 si associa a una serie di conseguenze negative. Quali? Più di tutto può interferire sullo svilupppo psicofisico e cognitivo. “Maggiore possibilità di sviluppare disturbi psicopatologici come depressione infantile e ansia, aumento dell’impulsività e diminuzione della capacità di autocontrollo, sono solo alcuni dei rischi che si possono correre in caso di utilizzo precoce” hanno scritto gli esperti.

E dopo cosa succede?

I rischi diminuiscono se i tablet vengono usati da bambini e ragazzi più grandi, sopra i 12 anni. Infatti, è l’epoca in cui inizia lo sviluppo della corteccia cerebrale pre-frontale, quella responsabile del controllo degli impulsi e della consapevolezza sulle conseguenze delle azioni proprie e altrui. Tuttavia, anche in questo caso è importante limitare l’accesso a questi dispositivi, imporre delle regole e non abbassare la guardia, a maggior ragione se si pensa che la quasi totalità degli adolescenti tra i 14 e i 19 anni (il 98% per la precisione) possiede uno smartphone già a partire dai 10 anni e che 3 adolescenti su 10 avevano l’abitudine di servirsi di questi ritrovati tecnologici ben prima dei 12 anni.

 

Da sapere!

Se si permette ai bambini di usare ogni tanto il tablet non succede nulla. Sì, dunque, a concedere un cartone o un gioco sporadicamente. Ma mai servirsi di questi dispositivi per intrattenere i piccoli o tenerli calmi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Non sento il bimbo muoversi: perché?

09/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Fino alla 23ma settimana di gravidanza può essere difficile sentire i movimenti del bambino, ma di qui a poco si riusciranno a percepire in modo inequivocabile.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti