Umore nei bambini: più attività fisica, bye-bye depressione

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 18/04/2019 Aggiornato il 23/04/2019

Allenarsi sin da piccoli e praticare un sano esercizio fisico fa bene non solo alla salute degli adulti, ma anche all’ umore nei bambini, oltre a prevenire la depressione negli anni successivi. Ecco come agisce

Umore nei bambini: più attività fisica, bye-bye depressione

Praticare una sana e regolare attività fisica non solo allontana il rischio obesità nei bambini ma aiuta a prevenirne la depressione. 

Sudare fa bene

È quanto sostiene uno studio norvegese eseguito da alcuni ricercatori della Norwegian University of Science and Technology di Trondheim e pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. Dunque, muoversi e sudare rappresenterebbe un’ottima strategia per rimanere in forma e per non cadere in periodi depressivi.

Esaminati 800 bambini

Gli esperti hanno effettuato lo studio su un campione di 795 bambini norvegesi di 6 anni, monitorando la loro salute per ben 8 anni. Per verificare il loro livello di attività fisica i ricercatori, durante tutto il periodo del test, hanno chiesto ai ragazzini di indossare un accelerometro e ai loro genitori di misurare il benessere mentale dei propri figli.

Legame tra buonumore ed esercizio fisico

A test concluso, gli studiosi hanno rilevato una connessione tra l’ umore nei bambini e l’attività fisica svolta. Dallo studio, infatti, è emerso che i ragazzini, che si sono allenati regolarmente, sono stati anche meno soggetti alla depressione nel corso del tempo. Non è, invece, emerso nessun legame tra la depressione e la sedentarietà: i sintomi depressivi non hanno inciso su una maggiore inattività, e viceversa, la vita sedentaria non ha influito sul rischio depressione. Silje Steinsbekk, uno degli autori dello studio, ha infine aggiunto che anche che l’attività motoria aiuta a prevenire e curare la depressione già da piccoli. 

 

 
 
 

In breve

MENS SANA IN CORPORE SANO

L’esercizio fisico migliora il benessere del corpo e della mente: aiuta i bambini a essere più autonomi nelle piccole attività quotidiane e favorisce le capacità del cervello di concentrarsi, ragionare e ricordare.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Quinta malattia: sono incinta e forse sono stata contagiata: che fare?

20/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

Nel caso in cui vi sia il dubbio di essere state contagiate dal parvovirus B19, è opportuno effettuare il test per la ricerca degli anticorpi specifici. Questa analisi dle sangue permette di capire se si è state colpite o no dall'infezione.   »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti