Voti a scuola: più alti con la mindfulness

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 10/10/2019 Aggiornato il 10/10/2019

Riportare l’attenzione sul presente attraverso la mindfulness aiuta i ragazzi a non perdere la concentrazione e a prendere voti a scuola migliori

Voti a scuola: più alti con la mindfulness

Vostro figlio sta attraversando un periodo difficile a scuola e le sue prestazioni ne stanno risentendo? Provate ad aiutarlo con la mindfulness, una pratica che aiuta a focalizzarsi sul momento presente, impedendo di divagare continuamente e di perdere la concentrazione. Secondo due studi condotti da ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) di Boston, infatti, questa tecnica aiuta a prendere voti a scuola più alti e a diminuire i sentimenti negativi.

Abbassa lo stress

Il primo studio, pubblicato sulla rivista Behavioral Neuroscience, ha coinvolto circa 100 alunni di prima media. A metà di loro è stato chiesto di seguire un corso di addestramento sulla consapevolezza e di mindfulness per otto settimane. Tutti all’inizio e al termine del periodo di ricerca sono stati invitati a rispondere a una serie di questionari sui sentimenti e gli stati d’animo provati. Lo scopo era capire se fossero stressati e provassero sentimenti negativi, come tristezza o rabbia. Inoltre, sono stati sottoposti a indagini di imaging cerebrale per verificare l’attività del cervello. Ebbene, dall’analisi dei risultati è emerso che gli studenti che avevano seguito il programma di mindfulness proposto avevano sia livelli inferiori di stress e di sentimenti negativi sia un’attivazione minore delle aree cerebrali collegate a questi stati d’animo rispetto agli altri.

Un allenamento sull’attenzione

Il secondo studio, che è apparso sulla rivista Mind, Brain, and Education, ha riguardato 2.000 studenti delle medie. Tutti sono stati invitati a rispondere a un questionario in grado di valutare il livello personale di consapevolezza. I ricercatori hanno analizzato le risposte e le hanno confrontate con il rendimento degli alunni, scoprendo che i partecipanti che mostravano di essere più consapevoli erano anche quelli che avevano i voti a scuola migliori. Non solo: avevano anche meno assenze e sospensioni. Secondo gli studiosi, i risultati di queste due ricerche dimostrano che se nelle scuole si proponesse una formazione mirata, in grado di portare l’attenzione al respiro e al momento presente, molti studenti potrebbero trarne beneficio.

 

 
 
 

Da sapere!

La mindfulness consiste in una serie di esercizi che, attraverso la meditazione, permettono alla persona di essere presente in quello che sta facendo e di vivere appieno l’esperienza del momento, senza divagare con il pensiero.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti