Community policy

1. Premesse

Ciascun Utente registrato può partecipare attivamente alla vita del Sito di bimbisaniebelli.it, creando un blog, partecipando a discussioni, inserendo testi e immagini negli spazi messi a disposizione da UNISTAR S.r.l. La Redazione di BimbiSani & Belli, la società UNISTAR S.r.l. ed altri soggetti coinvolti nella gestione del Sito non sono responsabili in alcun modo di violazioni di legge posto in essere direttamente dagli Utenti.
Tuttavia, UNISTAR S.r.l. si impegna ad eliminare le pagine degli Utenti che dovessero violare i diritti di terzi.
Inoltre, a richiesta dell’Autorità Giudiziaria, UNISTAR S.r.l. è tenuta a comunicare i dati degli Utenti che abbiano posto in essere violazioni di norme penale.

2. Contenuti dei materiali pubblicati dagli Utenti

UNISTAR S.r.l. non è responsabile per i contenuti pubblicati a cura degli Utenti.
In particolare, UNISTAR S.r.l. non è responsabile di ogni informazione, dato, materiale o elemento immesso, trasmesso, diffuso o comunque comunicato attraverso i Servizi dagli Utenti.
Inoltre, UNISTAR S.r.l. non è responsabile di eventuali danni legati alla navigazione sui siti indicati dagli Utenti e collegati tramite link, non essendo tenuta ad un’attività generale di sorveglianza in relazione ai siti indicizzati.
UNISTAR S.r.l. si riserva la facoltà di eliminare a proprio insindacabile giudizio dati, materiali, o elementi immessi, trasmessi, diffusi o comunque comunicati dagli Utenti.

3. Obblighi di legge a carico di UNISTAR S.r.l.

Ai sensi dell’art. 17 del D.Lgs. 9 aprile 2003, n. 70, la società che gestisce il Sito è tenuta:

  1. ad informare senza indugio l’autorità giudiziaria o quella amministrativa avente funzioni di vigilanza, qualora sia a conoscenza di presunte attività o informazioni illecite riguardanti un suo destinatario del Servizio della società dell’informazione;
  2. a fornire senza indugio, a richiesta delle autorità competenti, le informazioni in suo possesso che consentano l’identificazione del destinatario dei suoi Servizi con cui ha accordi di memorizzazione dei dati, al fine di individuare e prevenire attività illecite.

4. Obblighi degli Utenti

Ogni Utente è tenuto a rispettare il contenuto del Contratto per l’utilizzo dei Servizi messi a disposizione da UNISTAR S.r.l.
In particolare, gli Utenti sono invitati a NON:

  1. immettere, trasmettere, diffondere o comunque comunicare attraverso i Servizi e/o nei Servizi contenuti che siano illeciti, dannosi, minatori, abusivi, molesti, diffamatori, calunniosi, volgari, osceni, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili a giudizio insindacabile di UNISTAR S.r.l.;
  2. porre in essere, attraverso i Servizi e/o nei Servizi, violazioni di diritti di privativa intellettuale e/o industriale altrui, anche facilitando l’uso di materiale protetto dal diritto d’autore o dai diritti di proprietà industriale;
  3. raccogliere dati personali di terzi in assenza di autorizzazione dei titolari dei diritti;
  4. utilizzare i Servizi per finalità pubblicitarie e per trasmettere comunicazioni commerciali non autorizzate e/o non sollecitate;
  5. falsificare la propria identità, fornendo generalità false a UNISTAR S.r.l.;
  6. utilizzare i Servizi messi a disposizione di UNISTAR S.r.l. al fine di perseguire terzi.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Piccolissimo che piange perché vuole stare in braccio

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non stupisce affatto che un bimbo di neppure due mesi smetta di piangere solo quando viene preso in braccio dalla madre. Spetta a quest'ultima trasmettergli l'affettuoso, rassicurante messaggio di esserci per lui sempre e comunque, anche quando è nella culla.   »

Fai la tua domanda agli specialisti