Concepimento: attenzione al peso del papà

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 07/03/2014 Aggiornato il 07/03/2014

Al momento del concepimento, la dieta e il peso di lui (e non solo quello della donna!) possono influire sulla salute del bebè e sul rischio di obesità e altre malattie

Concepimento: attenzione al peso del papà

Non è solo la futura mamma a dover prestare attenzione a cibi e calorie. Anche la dieta e il peso dell’uomo, al momento del concepimento, potrebbe influire sul bebè in arrivo. Lo sostiene uno studio condotto da una ricercatrice dell’University of New South Wales (Australia), secondo cui l’obesità nel padre, determinata da una dieta scorretta al momento del concepimento, è causa di alterazioni nell’espressione genica di pancreas e tessuto grasso dei figli.

Quali rischi

Il rischio sarebbe di sviluppare da adulti diabete, obesità, malattie degenerative croniche e invecchiamento precoce. Altri studi hanno sottolineato come l’obesità femminile in età fertile sia invece correlata a rischi più elevati di aborto e disturbi della fertilità. Secondo una ricerca svolta dall’Osservatorio nutrizionale Grana Padano, l’incidenza dell’obesità nelle donne tra i 30 e i 42 anni è circa doppia rispetto alla popolazione generale, arrivando a toccare la percentuale del 20%.

Consigli utili

– Fare regolarmente attività fisica, anche solo camminando a passo sostenuto (4 km all’ora).

– Tenere sotto controllo il peso.

–  Consumare pesce 2-3 volte alla settimana.

– Spremere limone sulla verdura, per assimilare il ferro contenuto.
– Assumere 2 porzioni di verdura e 3 di frutta al giorno.

– Scegliere proteine di origine vegetale 2- 3 volte alla settimana, soprattutto legumi.

– Bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno.

– Mangiare formaggio 2-3 volte alla settimana (50 gr al giorno).

– Consumare una porzione di latte o di yogurt al giorno.

– Utilizzare alimenti integrali, come pane e fette biscottate.

– Ridurre i grassi di origine animale.

– Controllare l’apporto di zuccheri semplici, che alzano la glicemia e aumentano il rischio di diabete.

– Usare olio extravergine d’oliva a crudo per condire, dosandolo con un cucchiaio.

In breve

I NUMERI DELL’OBESITA’

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la diffusione del sovrappeso in Europa va dal 20 al 49% nei maschi e dal 18 al 42% nelle femmine. Soffre di obesità tra il 6 e il 26% degli uomini e tra il 5 e il 17% delle donne.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola il tuo ciclo mestruale

Calcola il periodo di ovulazione

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti