Concepimento: l’acido folico è importante anche per il papà

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 12/02/2014 Aggiornato il 12/02/2014

L’assunzione di acido folico aiuta a scongiurare il rischio di aborto o di difetti di nascita. Fino a oggi si credeva che fosse importante solo per la donna e invece… 

Concepimento: l’acido folico è importante anche per il papà

Anche i futuri papà contribuiscono alla salute del piccolo prima del concepimento. E tra i corretti stili di vita da adottare anche l’alimentazione ha la sua importanza. In particolare, è raccomandabile che anche il futuro papà assuma  l’acido folico nell’alimentazione quotidiana per scongiurare il rischio di aborto o di difetti di nascita. Eh già: per la prima volta, infatti, uno studio ha dimostrato che anche il livello di acido folico del padre (e non solo della madre, come si è ritenuto finora) è importante per un sano sviluppo del bambino.

Lo studio in laboratorio

Questo, perlomeno, è quanto sostiene uno studio della McGill University, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications. Gli esperimenti condotti con i topolini hanno, infatti, permesso di scoprire che un deficit nei folati paterni (ossia di acido folico) aumentava di circa il 30% i difetti alla nascita. Secondo gli scienziati ciò è spiegato dal fatto che le regioni dell’epigenoma dello sperma sono molto sensibili alla dieta e vanno a incidere sulla “mappa epigenomica” che influenza lo sviluppo, il metabolismo e le malattie nella prole sul lungo termine.

Una sostanza fondamentale

L’organismo si serve normalmente di acido folico (vitamnia B9). Questa sostanza contribuisce, infatti, a molteplici funzioni:
– aiuta la costruzione delle cellule: in gravidanza le cellule dell’organismo materno sono sottoposte a un superlavoro legato allo sviluppo del feto.
– previene una particolare forma di anemia detta “megaloblastica”, caratterizzata da globuli rossi più grandi del normale e contenenti poca emoglobina, la sostanza che trasporta ossigeno a organi e tessuti.
– previene malformazioni serie nel feto come la spina bifida: in questo caso va assunto per tutto il periodo periconcezionale (ossia, almeno tre mesi prima e dopo il concepimento).

In breve

ATTENZIONE ALLA LUCE E AL CALORE

L’acido folico è una vitamina poco stabile se sottoposta a elevate fonti di calore (il suo valore viene in parte distrutto con la cottura) e alla luce (i cibi che lo contengono vanno conservati in modo che non siano esposti direttamente ai raggi solari). 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola il tuo ciclo mestruale

Calcola il periodo di ovulazione

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Feto che cresce poco: può avere anomalie?

19/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è possibile stabilire se il feto abbia malformazioni o sia interessato da un'alterazione cromosomica semplicemente basandosi sul fatto che la sua crescita è al 3° percentile. Oggi si dispone di indagini di screening che possono dare informazioni sulla sua salute, ma se si decide di non effettuarle...  »

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti