Concepimento: l’acido folico è importante anche per il papà

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 12/02/2014 Aggiornato il 12/02/2014

L’assunzione di acido folico aiuta a scongiurare il rischio di aborto o di difetti di nascita. Fino a oggi si credeva che fosse importante solo per la donna e invece… 

Concepimento: l’acido folico è importante anche per il papà

Anche i futuri papà contribuiscono alla salute del piccolo prima del concepimento. E tra i corretti stili di vita da adottare anche l’alimentazione ha la sua importanza. In particolare, è raccomandabile che anche il futuro papà assuma  l’acido folico nell’alimentazione quotidiana per scongiurare il rischio di aborto o di difetti di nascita. Eh già: per la prima volta, infatti, uno studio ha dimostrato che anche il livello di acido folico del padre (e non solo della madre, come si è ritenuto finora) è importante per un sano sviluppo del bambino.

Lo studio in laboratorio

Questo, perlomeno, è quanto sostiene uno studio della McGill University, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications. Gli esperimenti condotti con i topolini hanno, infatti, permesso di scoprire che un deficit nei folati paterni (ossia di acido folico) aumentava di circa il 30% i difetti alla nascita. Secondo gli scienziati ciò è spiegato dal fatto che le regioni dell’epigenoma dello sperma sono molto sensibili alla dieta e vanno a incidere sulla “mappa epigenomica” che influenza lo sviluppo, il metabolismo e le malattie nella prole sul lungo termine.

Una sostanza fondamentale

L’organismo si serve normalmente di acido folico (vitamnia B9). Questa sostanza contribuisce, infatti, a molteplici funzioni:
– aiuta la costruzione delle cellule: in gravidanza le cellule dell’organismo materno sono sottoposte a un superlavoro legato allo sviluppo del feto.
– previene una particolare forma di anemia detta “megaloblastica”, caratterizzata da globuli rossi più grandi del normale e contenenti poca emoglobina, la sostanza che trasporta ossigeno a organi e tessuti.
– previene malformazioni serie nel feto come la spina bifida: in questo caso va assunto per tutto il periodo periconcezionale (ossia, almeno tre mesi prima e dopo il concepimento).

In breve

ATTENZIONE ALLA LUCE E AL CALORE

L’acido folico è una vitamina poco stabile se sottoposta a elevate fonti di calore (il suo valore viene in parte distrutto con la cottura) e alla luce (i cibi che lo contengono vanno conservati in modo che non siano esposti direttamente ai raggi solari). 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola il tuo ciclo mestruale

Calcola il periodo di ovulazione

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti