Fecondazione eterologa al via

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 04/08/2014 Aggiornato il 04/08/2014

Dal mese scorso sono partite le valutazioni delle coppie che vogliono sottoporsi a fecondazione eterologa. In estate i primi interventi

Fecondazione eterologa al via

Finalmente qualcosa si smuove sul fronte della fecondazione eterologa. Dopo il via libera della Corte Costituzionale, lo scorso aprile, erano molti i dubbi e le perplessità dei soggetti interessati. Ma ora sembra che la strada per le coppie che vogliono tentare questa strada sia in discesa.

Tutto è cambiato ad aprile

Il 9 aprile la Consulta aveva dichiarato che la norma, contenuta nella famigerata legge 40, che vietava il ricorso alla fecondazione eterologa era illegittima. Subito si era accesa la speranza delle centinaia di coppie che avevano solo quella possibilità per procreare. Ma per qualche settimana i termini della questione non sono stati affatto chiari. Ora le cose, lentamente, si stanno sistemando.

Quale iter seguire

L’associazione Cecos Italia, che da anni si occupa di terapia della sterilità e fecondazione assistita, ha annunciato che a luglio sono partite le selezioni per le coppie che vogliono tentare la fecondazione eterologa. Chiunque sia interessato può rivolgersi a Cecos, per sottoporsi alle visite e agli esami necessari. Coloro che risulteranno idonei a questa tecnica verranno inseriti nelle liste di attesa.

Per gli interventi ancora pazienza

Si stima che siano 9mila le coppie pronte a sottoporsi a questa procedura di procreazione medicalmente assistita. Ci vorrà ancora un po’ di tempo, però, prima che inizino i primi interventi. Gli esperti hanno calcolato che i primi cicli potrebbero essere avviati entro la fine dell’estate. 

In breve

QUANDO SERVE IL CONGELAMENTO DEGLI OVULI

La fecondazione eterologa è necessaria quando il corpo della donna è incapace di produrre ovuli, a causa di problemi di esaurimento prematuro della “scorta” delle cellule uovo stesse.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola il tuo ciclo mestruale

Calcola il periodo di ovulazione

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti