Utero in affitto: contrario il 59% delle italiane

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/06/2016 Aggiornato il 03/06/2016

Secondo recenti sondaggi, sembrerebbe che la maggioranza delle donne italiane sia contro l'utero in affitto e la maternità surrogata. Ecco perché

Utero in affitto: contrario il 59% delle italiane

L’utero in affitto e la maternità surrogata hanno sempre suscitato molte polemiche. Recenti sondaggi hanno sottolineato come la maggioranza delle donne italiane sia contraria all’utero in affitto.

I risultati dei sondaggi

Dai sondaggi, è risultato che il 59% delle donne italiane sarebbe contraria alla maternità surrogata. In particolar modo, più del 30% delle intervistate considererebbe l’adozione la migliore alternativa all’infertilità, ma il 31% cambierebbe opinione se a proporlo fosse il marito. A una lettura più approfondita dei dati, risulta anche che il 24% delle italiane crede che l’utero in affitto sia una pratica non etica, mentre il 27% considera la maternità surrogata una libera scelta della coppia e della gestante; il 12% sarebbe favorevole solo se l’utero in affitto avesse uno scopo di tipo altruistico, quindi senza un profitto per la portatrice.

Quasi totale indisponibilità

Alle donne è stato chiesto anche se sarebbero disponibili a essere portatrici: più del 70% ha risposto negativamente. Solo cinque donne su 100, infatti, lo farebbero per bisogno economico. Più numerose, invece, le donne che metterebbero a disposizione il proprio utero per aiutare amiche o persone in difficoltà e impossibilitate ad avere figli.

La mercificazione del corpo

Ciò che emerge chiaramente è il timore che si arrivi a una mercificazione del corpo femminile (lo teme il 70% circa delle intervistate). Il problema è che manca una normativa che possa regolamentare tale pratica. La paura sottostante, inoltre, è che la maternità surrogata diventi una risorsa per i ricchi. E che, al contempo, diminuiscano le adozioni. 

 

 
 
 

da sapere!

L’adozione in Italia è ancora una soluzione lenta, difficoltosa, dolorosa e, spesso, impossibile per molte coppie anche giovani.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola il tuo ciclo mestruale

Calcola il periodo di ovulazione

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti