Infertilità

https://static.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2014/04/papillomainfertilitc3a0-640x480.jpg
Quali sono le cause dell’infertilità?
Se si cerca un bimbo che non arriva, è opportuno rivolgersi a un esperto per chiarire le cause del mancato concepimento
È abbastanza normale che, pur avendo rapporti regolari e non protetti, possano passare anche uno o due anni prima che una coppia riesca a concepire un bambino. Trascorso questo periodo, però, è opportuno rivolgersi a un esperto: il ginecologo per la donna, l’andrologo o l’urologo per l’uomo, oppure contattare un centro per la fertilità di coppia. Infatti ci possono essere condizioni che ostacolano il concepimento: tali condizioni vanno affrontate per tempo, perché oggi possono essere risolte nel modo più appropriato.
Lo stress
Lo stile di vita moderno, purtroppo, è tra le cause della difficoltà di concepimento, in primo luogo per colpa dello stress. Le tensioni che si vivono quotidianamente, anche a causa delle difficoltà lavorative ed economiche, favoriscono l’aumento, in circolo nell’organismo, di adrenalina e cortisone, due sostanze che interferiscono con il corretto equilibrio ormonale sia dell’uomo sia della donna. Anche il fumo incide sulla fertilità perché tabacco e nicotina interferiscono negativamente sul processo di produzione degli spermatozoi, sulla loro concentrazione nel liquido seminale, nonché sulla loro forma, vitalità e motilità. Inoltre intossicano i follicoli ovarici femminili e impediscono un regolare sviluppo dello zigote, che si ottiene dopo l’incontro tra ovocita e spermatozoo.
Il sovrappeso e l’ovaio policistico
Tra le abitudini di vita che condizionano la fertilità rientrano i problemi di peso. Gli uomini sovrappeso o obesi hanno un minor numero di spermatozoi normali e mobili, rispetto agli uomini con peso nella norma e sono più soggetti a disfunzione erettile. Le donne in sovrappeso potrebbero avere un problema di ovaio policistico, un disturbo caratterizzato dalla presenza di minuscole cisti che causano disfunzioni ormonali, responsabili di sovrappeso, ma anche di mancanza di ovulazione.
L’infezione da clamidia
Causa di infertilità di tipo “medico” sono anche le infezioni sessuali non curate. La clamidia, per esempio, causa infezioni alla prostata, ghiandola dell’apparato genitale maschile dove viene prodotta la parte acquosa del liquido seminale, ai testicoli che producono gli spermatozoi e ai canali che hanno la funzione di portare all’esterno lo sperma. Nella donna la malattia può provocare aderenze all’interno delle tube della donna, ostacolando la discesa della cellula uovo verso la zona in cui dovrebbe avvenire l’incontro con gli spermatozoi.
L’endometriosi
L’endometriosi è una malattia cronica che consiste nella presenza di endometrio, il tessuto che riveste internamente la cavità dell’utero, in sedi anomale come ovaie, tube di Falloppio, vagina, peritoneo, intestino. Questo tessuto impiantato in sedi diverse da quelle originarie provoca ogni mese, in coincidenza con il ciclo mestruale, sanguinamenti e dolori. Il sanguinamento causa la formazione di tessuti cicatriziali, aderenze, infiammazioni e sterilità.
I disturbi della tiroide
L’infertilità può anche essere legata a disturbi della tiroide, che negli uomini possono provocare riduzione nella produzione di spermatozoi e nella donna sono legate ad alterazioni del ciclo mensile e alla mancanza di ovulazione. Spesso è colpa di una situazione di ipogonadismo ipogonadotropo, ossia di una malfunzionamento dei testicoli che coincide con una produzione limitata di Fsh e Lh, ossia l’ormone follicolo degli ovociti.
I problemi maschili
La difficoltà a diventare padre può essere legata a disturbi strettamente fisici, come il varicocele, l’ingrossamento delle vene dello scroto. Le vene dilatate comportano un ristagno di sangue che aumenta la temperatura del testicolo, interferendo con la produzione degli spermatozoi. Altri problemi sono i testicoli poco sviluppati, o il criptorchidismo, cioè la mancata discesa di uno dei testicoli che resta nella parete inguinale invece che scendere nello scroto.
E’ bene rivolgersi allo specialista
Molti di questi disturbi possono essere risolti sottoponendosi a una visita specialistica. Potrebbero essere necessari esami di approfondimento sia per lui sia per lei, per capire le cause del problema: i disturbi della tiroide, per esempio, si possono affrontare con i farmaci, mentre altri problemi (per esempio il varicocele nell’uomo) richiedono un piccolo intervento chirurgico.
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.
L’infertilità colpisce il 25% degli italiani

L’infertilità colpisce il 25% degli italiani

13/12/2019 Infertilità di Metella Ronconi

Il nostro Paese ha toccato un nuovo record di calo delle nascite; per questo è fondamentale affrontare il problema dell’infertilità  »

Riscaldamento globale, una minaccia per la fertilità maschile

Riscaldamento globale, una minaccia per la fertilità maschile

12/12/2019 Infertilità di Metella Ronconi

L'aumento della temperatura danneggia l'apparato riproduttivo maschile e la produzione di spermatozoi con pesanti ripercussioni sulla fertilità maschile  »

Spermatozoi avvelenati dall’inquinamento alimentare

Spermatozoi avvelenati dall’inquinamento alimentare

11/12/2019 Infertilità di Metella Ronconi

Ftalati, pesticidi e microplastiche che troviamo nei cibi e nei contenitori possono avvelenare gli spermatozoi con conseguenze sulla fertilità maschile  »

Fertilità maschile: cellulari assolti per mancanza di prove

Fertilità maschile: cellulari assolti per mancanza di prove

15/11/2019 Infertilità di Roberta Camisasca

I dati a oggi disponibili non evidenziano una correlazione fra cellulari e fertilità maschile, ma in attesa di certezze, meglio usarli con cautela   »

Fertilità: quanto dipende dallo stile di vita?

Fertilità: quanto dipende dallo stile di vita?

12/11/2019 Rimanere incinta di Roberta Camisasca

Aumenta il ricorso alla fecondazione assistita. In molti casi, però, la fertilità può essere preservata adottando un adeguato stile di vita  »

Fertilità femminile: c’entrano le cellule staminali del midollo osseo?

Fertilità femminile: c’entrano le cellule staminali del midollo osseo?

07/11/2019 Infertilità di Roberta Camisasca

Uno studio ipotizza il ruolo delle cellule staminali del midollo osseo come risposta ad alcuni casi di infertilità femminile. Ecco perché   »

La marijuana condiziona la fertilità maschile e femminile

La marijuana condiziona la fertilità maschile e femminile

29/07/2019 Concepimento di Miriam Cesta

Fumare marijuana può ritardare l’ovulazione e ridurre il numero di spermatozoi. Concepimento più difficile  »

Infertilità maschile: individuate nuove cause genetiche

Infertilità maschile: individuate nuove cause genetiche

26/07/2019 Infertilità di Miriam Cesta

Scovate 22 mutazioni genetiche connesse all’infertilità maschile: un passo in avanti nella comprensione dei problemi nel concepire che riguardano l’uomo  »

Fertilità maschile a rischio per steroidi e farmaci anticalvizie

Fertilità maschile a rischio per steroidi e farmaci anticalvizie

08/07/2019 Concepimento di Roberta Camisasca

Steroidi e farmaci anticalvizie possono danneggiare la fertilità maschile e rendere più difficile il concepimento. Insomma, bello ma... infertile!   »

Infertilità maschile in aumento: colpa anche della plastica?

Infertilità maschile in aumento: colpa anche della plastica?

02/07/2019 Infertilità di Roberta Camisasca

In 50 anni il numero degli spermatozoi si è dimezzato. Aumentano dunque i casi di infertilità maschile. Sotto accusa anche la plastica. Ecco perché   »

Pagina 1 di 12