La ricerca di un figlio può far male al sesso

Roberta Camisasca A cura di Roberta Camisasca Pubblicato il 04/01/2019 Aggiornato il 04/01/2019

La ricerca di un figlio può rendere il sesso meno spontaneo e le ricadute su entrambi i partner sono scientificamente provate. Ecco perché è sbagliato farsi ossessionare dal concepimento

La ricerca di un figlio può far male al sesso

È possibile che la ricerca di un figlio influisca negativamente sul sesso? I sessuologi rispondono che ciascuno vive il desiderio di genitorialità in modo personale e soggettivo. Ogni coppia lo carica di emozioni, desideri e storia personale, influenzata anche dai condizionamenti sociali e familiari. Nel caso la gravidanza non arrivasse subito, però, può accadere che tutte queste emozioni portino a situazioni difficili da gestire per la coppia. La sfera sessuale è la prima a risentire di queste ansie e timori, che portano a una perdita di spontaneità, trasformando i momenti di intimità in atti meccanici e pieni di tensione.

Meno spontaneità

spinte dalla ricerca di un figlio, molte coppie cadono nel meccanismo pericoloso di fare sesso a comando, nei giorni dell’ovulazione. Spesso questa scelta ha delle ricadute pesanti sulla vita sessuale dei partner. Soprattutto sull’uomo, che secondo uno studio dello Zaii Medical Center di Seul (Corea del Sud), sottoposto allo stress del rapporto a richiesta, cade più facilmente in problemi di impotenza (4 su 10).

Problemi sessuali soprattutto per lui

Nella ricerca è infatti emerso che i maschi impegnati nel concepimento da almeno un anno avevano un elevato grado di stress che aumentava man mano che gli appuntamenti sotto le lenzuola incrementavano. Come conseguenza si presentavano problemi sessuali come la disfunzione erettile. La spiegazione è scientifica: gli uomini sotto stress producono meno testosterone, calo che ha effetti sulla libido, a causa dell’aumento di cortisolo, l’ormone dello stress. Se un uomo è sottoposto al sesso a richiesta la sua adrenalina aumenta e lo stesso accade anche allo stress, che dà vasocostrizione, così l’erezione parte, ma non si mantiene.

Meglio non programmare

Da un altro studio è emerso che a parità di indici di fertilità (sia femminile, sia maschile), le coppie che facevano sesso nei giorni liberi, spinte solo dal desiderio, concepivano con tre mesi di anticipo rispetto alle coppie che lo facevano nei giorni “comandati” dall’ovulazione. Pertanto il consiglio per chi è alla ricerca di un figlio è quello di fare sesso sull’onda del desiderio: ciò aumenta la qualità dell’ovulazione e facilita la risalita degli spermatozoi.

 

Da sapere!

In caso di problemi, gli esperti consigliano di lasciar perdere i calendari e recuperare la spontaneità del momento, senza concentrarsi sulle questioni in sospeso che mantengono il problema nel tempo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola il tuo ciclo mestruale

Calcola il periodo di ovulazione

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Coronavirus: è pericoloso per la fertilità maschile?

30/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Mario Mancini

Non c'è alcuna evidenza scientifica a supporto dell'ipotesi che il SARS-CoV-2 causi infertilità nell'uomo: si tratta dunque di una bufala.   »

Va bene questo valore delle beta?

30/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In sesta settimana, un valore dell'ormone beta-hCG superiore a 10.000 esprime che la gravidanza è in evoluzione, quindi è un ottimo segno.   »

Bimba di tre anni che fa sempre le stesse domande

26/03/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' normale che un bambino di tre anni chieda e richieda spesso le stesse cose: le risposte che ottiene (e che ci devono sempre essere) gli servono per consolidare le sue conoscenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti