Un incontro per chi vuole rimanere incinta e non ci riesce

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 18/06/2013 Aggiornato il 18/06/2013

Domenica 23 giugno al Centro congressi Humanitas di Rozzano (Mi) c’è un meeting tra gli esperti del Fertility Center e chi vuole rimanere incinta

Un incontro per chi vuole rimanere incinta e non ci riesce

 

Si chiama “Passo dopo passo” ed è un evento dedicato a chi vuole rimanere incinta. Domenica 23 giugno si potrà avere l’occasione di incontrare gli esperti del Fertility Center dell’ospedale Humanitas di Rozzano per chiarire i dubbi e saperne di più su come rimanere incinta.

Il percorso della medicina della riproduzione

Questo meeting darà la possibilità di conoscere i passi fondamentali per rimanere incinta anche, se serve, con l’aiuto della procreazione assistita. Verrà illustrato il percorso della medicina della riproduzione, dagli esami diagnostici alle procedure di primo e secondo livello, con un’attenzione particolare agli aspetti della qualità della vita della coppia. Ci saranno anche testimonianze di pazienti che sono riusciti a realizzare il proprio sogno di avere un bimbo.

Domande su internet

Medici e biologi saranno a disposizione per rispondere a tutte le domande del pubblico in sala e quelle raccolte attraverso il sito internet www.humanitas.it/fertility

.

Colloqui privati

In più, c’è anche la possibilità, su prenotazione, di richiedere lo “special time”, cioè un colloquio privato con gli esperti dell’Humanitas Fertility Center. Il tutto gratuitamente.

Un centro all’avanguardia

L’Humanitas Fertility Center, diretto dal professor Paolo E. Levi Setti, è oggi uno dei più importanti punti di riferimento per l’assistenza alla coppia infertile in Italia e in Europa. Il Centro offre agli aspiranti genitori una struttura creata intorno alle loro esigenze, con personale altamente specializzato, tecnologie innovative e ambienti confortevoli. Nel Centro opera un’équipe di professionisti, come ginecologi, andrologi, anestesisti, genetisti, psicologi e biologi, che hanno già assistito oltre 21mila coppie. Opera 7 giorni su 7 in modo da offrire un’assistenza continua e ottimale alle coppie. 

In breve

GRATUITO MA SERVE LA PRENOTAZIONE

“Passo dopo passo” si svolgerà domenica 23 giugno, dalle 9,30 alle 13, presso il Centro Congressi Humanitas, in via Manzoni 113 a Rozzano (Mi). È un evento gratuito ma è necessario prenotare la partecipazione, ed eventualmente il colloquio privato, al sito www.humanitas.it/fertility. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola il tuo ciclo mestruale

Calcola il periodo di ovulazione

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti