Test di gravidanza

https://static.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/test-gravidanza.jpg
Testo a cura di Laura de Laurentiis e consulenza scientifica del dottor Claudio Ivan Brambilla, specialista in ostetricia e ginecologia. Ultima revisione in data 09/07/2019.
INCINTA? LA RISPOSTA E’ NEL TEST
Il flusso mestruale non è comparso. C’è stato un rapporto non protetto ed esiste quindi la possibilità di essere incinta. Il seno è dolente, la stanchezza è maggiore del solito, l’addome è un po’ gonfio, ma queste tre manifestazioni possono essere dovute sia all’inizio della gravidanza sia alla sindrome premestruale, cioè all’insieme di sintomi che compaiono qualche giorno prima dell’arrivo del flusso mestruale, quindi non possono essere considerati la prova che il concepimento è avvenuto.
L’unico modo per sapere, in fretta e con sicurezza se davvero si sta aspettando un bambino è effettuare il test di gravidanza.
Gli stick fai-da-te
I test di gravidanza fai-da-te sono attendibili, facili da usare e hanno un costo contenuto. Si acquistano in farmacia e nei supermercati senza ricetta medica. Per l’esecuzione basta porli a contatto con l’urina e attendere un piccolissimo lasso di tempo, indicato nel foglietto di accompagnamento che si trova nella confezione.
Il loro funzionamento è semplice: contengono un reagente che rileva nelle urine la presenza della gonadotropina corionica umana, meglio nota come beta-hCG. Si tratta di un ormone presente nelle urine (e nel sangue) solo a gravidanza iniziata, in quanto viene prodotto dal trofoblasto, struttura da cui con il passare delle settimane di gravidanza si origina la placenta. Il beta-hCG tocca il suo livello massimo tra la settima e la dodicesima settimana di gravidanza, quindi tende a diminuire per poi assestarsi su un certo valore fino alla fine della gravidanza.
Già a partire dal primo giorno di ritardo delle mestruazioni il test di gravidanza è attendibile. Alcuni specialisti consigliano di effettuarlo sulle prime urine del mattino in quanto il beta-hCG, se presente, si trova nella massima concentrazione. In realtà però si può eseguire in qualunque momento della giornata ottenendo un risultato attendibile. Da alcuni anni esistono anche i test precoci, che si possono effettuare, senza dover necessariamente aspettare il ritardo, anche qualche giorno prima della presunta data di arrivo delle mestruazioni.
Attendibile se dice sì? SI’ (nella stragrande maggioranza dei casi)!
In generale, in linea teorica è possibile che il test di gravidanza fornisca un “falso negativo”, ovvero segnali che la gravidanza non è iniziata mentre invece lo è. Accade, per esempio, se il concepimento è avvenuto molto più tardi rispetto alla data presunta dell’ovulazione, che idealmente si verifica a metà ciclo oppure se il test viene eseguito troppo presto, quando ancora la concentrazione del beta-hCG è troppo bassa per essere rilevata. E’ rarissima invece la possibilità di un falso positivo: se il test dice “incinta” significa che la gravidanza è iniziata con un buon margine di certezza. I falsi positivi sono rarissimi e, di norma, sono dovuti all’assunzione di medicine prescritte per curare l’infertilità. Va detto che l’attendibilità del test è comunque strettamente legata alla correttezza dell’esecuzione: per non sbagliare basta leggere attentamente le istruzioni e seguirle passo passo.
Per quanto riguarda l’interpretazione del risultato, sul display compare un segno grafico (due lineette, per esempio) che segnalano se il concepimento è avvenuto. Per una lettura corretta del risultato bisogna leggere attentamente le istruzioni.
La ricerca del beta-HCG nel sangue
L’ormone beta-hCG si può rilevare anche nel sangue, in seguito a un prelievo.
In realtà non ci sono indicazioni per sottoporsi di routine all’esame del sangue per il dosaggio della gonadotropina corionica: per sapere se la gravidanza è iniziata basta il test fai-da-te da effettuare sulle urine. Di fatto invece, da qualche anno molte donne di propria iniziativa si rivolgono ai laboratori di analisi per eseguire il test di gravidanza sul sangue. Una simile iniziativa è sconsigliabile, se non c’è una prescrizione precisa da parte del medico, in quanto individuare il beta-hCG nel sangue da un lato non aggiunge alcuna informazione rispetto a quelle che si ottengono rilevandolo nelle urine dall’altro è una procedura invasiva. Va detto inoltre che un unico dosaggio dell’ormone nel sangue non dice nulla rispetto all’evoluzione della gravidanza: per sapere se la gravidanza sta procedendo occorre infatti sottoporsi ad almeno due misurazioni, per verificare che i livelli di beta-hCG stiano aumentando, come deve accadere se tutto va per il meglio. Anche per quanto riguarda la datazione della gravidanza il dosaggio del beta-hCG nel sangue non serve: per questo bisogna attendere la prima ecografia, che si effettua generalmente intorno alla decima settimana di gravidanza (da conteggiare a partire dalla data di inizio dell’ultima mestruazione).
Il dosaggio del beta nel sangue: quando serve
Il dosaggio del beta-hCG viene prescritto dal ginecologo in caso di sospetta gravidanza extrauterina oppure quando è strettamente necessario monitorare l’evoluzione della gravidanza. In questo caso è però necessario sottoporsi a più prelievi (il numero viene stabilito dal ginecologo curante). In generale, la camera gestazionale all’interno dell’utero si riesce a visualizzare quando si ha un valore di beta-hcg superiore a 1000.
L’ormone beta-hCG nel sangue è rilevabile già dopo circa 10 giorni dal concepimento.
Test di gravidanza positivo e negativo. I casi falsi positivi

Test di gravidanza positivo e negativo. I casi falsi positivi

20/02/2019 Sintomi in gravidanza

I test di gravidanza sono economici, pratici ed affidabili. Ma è importante utilizzarli in maniera corretta per non rischiare di falsare i risultati  »

Rimanere incinta: come effettuare il test di gravidanza

Rimanere incinta: come effettuare il test di gravidanza

03/01/2015 Primo mese di gravidanza

Cosa sono i test di gravidanza, i consigli per effettuare l'esame in modo corretto e scoprire se è iniziata la gravidanza.   »

Le analisi del sangue per sapere se si è incinta

Le analisi del sangue per sapere se si è incinta

23/01/2012 Test di gravidanza

Se hai fatto il test di gravidanza per sapere se sei incinta e vuoi avere una conferma puoi eseguire specifiche analisi del sangue in un ambulatorio  »

Il test di gravidanza: uno strumento pratico e veloce

Il test di gravidanza: uno strumento pratico e veloce

23/01/2012 Test di gravidanza

Per sapere se aspetti un bambino esistono dei test di gravidanza semplici ed efficaci che si possono acquistare in farmacia o al supermercato ed eseguire a casa  »