Dottoressa Lisa Mariotti

Nutrizionista pediatrica, risponde alle domande di alimentazione e nutrizione dalla nascita fino all'adolescenza (0-17 anni).

IMG_5611La Dottoressa Lisa Mariotti è nata a Firenze dove si è laureata frequentando l’ambulatorio di gastroenterologia dell’Ospedale Pediatrico Meyer, concluso con una tesi sperimentale sulla »Influenza della dieta e della microflora intestinale sulla produzione di acidi grassi a catena corta». Presso l’Università degli Studi di Milano ha conseguito la laurea specialistica in Alimentazione e Nutrizione Umana con una tesi sperimentale sulla «Terapia di desensibilizzazione orale per anafilassi da allergia alimentare in età pediatrica», svolta all’interno degli Ospedali Fatebenefratelli e Macedonio Melloni, dove dal 2012 a tutt’oggi gestisce l’ambulatorio nutrizionale pediatrico e neonatale, operando trasversalmente in tutti i campi della medicina che necessitano di interventi nutrizionali specifici. Nel 2014 è stata in Burkina Faso dove ha collaborato con la pediatria e col Centro di Recupero ed Educazione Nutrizionale dell’Ospedale di Koupela. Dopo l’esame  di Stato in Biologia e l’iscrizione all’Ordine Nazionale dei Biologi, ha effettuato un corso di perfezionamento in Alimentazione e Nutrizione in età pediatrica. Nel 2015 effettua un Master Universitario di II Livello in Nutrizione e Dietetica Applicata, presso la Facoltà di Medicina  e Chirurgia di Milano Bicocca dove, dopo aver frequentato il reparto e gli ambulatori di gastroenterologia della Pediatria presso la AOU San Gerardo di Monza, discute una tesi sulle «Glicogenosi epatiche e muscolari in età pediatrica”.  Attualmente frequenta la Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione presso l’Univerisità degli Studi di Pavia.
 
Ad oggi si divide fra Firenze e Milano dove svolge la professione di nutrizionista presso la Casa Pediatrica della ASST Fatebenefratelli-Sacco, esercita la libera professione presso più studi medici privati ed effettua consulenze e collaborazioni con numerose aziende private. A Firenze collabora con A.B.E. Ricerche, un istituto che si occupa di consulenze ed analisi in ambito alimentare e presso il quale svolge la libera professione di Nutrizionista. 
 
Collabora inoltre a pubblicazioni di articoli su riviste e quotidiani, alla stesura di libri e consensus sull’alimentazione, a corsi di educazione nutrizionale nelle scuole o aziende e partecipa a programmi televisivi e congressi che affrontano argomenti di carattere medico-scientifico in particolare sulla nutrizione e dietologia pediatrica.

 

Fonti / Bibliografia

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Articoli di Dottoressa Lisa Mariotti

Pappa e proteine

E' opportuno non offrire troppe proteine ai bambini perché è dimostrato che un loro eventuale consumo eccessivo in età infantile aumenta il rischio di obesità nelel fasi successive della vita.   »

Bimbo stanco della solita pappa: cosa proporgli?

Non ci sono più le indicazioni rigide di un tempo, per quanto riguarda l'introduzione degli alimenti, quindi è senz'altro possibile assecondare i gusti del bambino.   »

Quale alimentazione a sette mesi di vita?

Il primo imperativo per un'alimentazione sana è "varietà".  »

A quattro anni cosa (e quanto) deve mangiare?

La parola d'ordine rispetto all'alimentazione di un bambino è "varietà". Senza eccessi, specialmente per quanto riguarda le proteine.   »

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti