Dottoressa Paola Bernardi Locatelli

Dottoressa Paola Bernardi Locatelli, consulente del lavoro, risponde a domande inerenti alla gestione del rapporto di lavoro nelle fasi della maternità e del post maternità e ai diritti e doveri spettanti alle madri lavoratrici e ai padri lavoratori.

IMG_0385Dottoressa Paola Bernardi Locatelli, consulente del lavoro, risponde a domande inerenti alla gestione del rapporto di lavoro nelle fasi della maternità e del post maternità e ai diritti e doveri spettanti alle madri lavoratrici e ai padri lavoratori.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Articoli di Dottoressa Paola Bernardi Locatelli

Maternità anticipata: come influisce sulla maternità obbligatoria?

Tutto il periodo di maternità anticipata non è sovrapponibile con il periodo di maternità obbligatoria, ma rimane a sé stante.   »

Impiegata con CCNL e maternità anticipata

Durante la maternità maturano ferie, permessi ed ex festività.  »

Gravidanza a rischio: quale restribuzione?

Per un contratto di 30 ore spetta la retribuzione intera.   »

Bonus da 3000 euro: come si ottiene?

Il bonus da 3000 euro è un'agevolazione fiscale che va richiesta al proprio datore di lavoro, se si è lavoratori dipendenti.   »

Maternità anticipata: l’indennità è del 100%?

Il CCNL Commercio prevede che, in caso di astensione anticipata dal lavoro per maternità, spetti solo l'indennità dell'80% a carico dell'Inps.   »

Quattordicesima e maternità anticipata

L'Inps, quando va a erogare l'indennità di maternità riconosce l'80% dell'ultima retribuzione maggiorata dei ratei delle mensilità aggiuntive.  »

Gravidanza gemellare: si ha diritto a un periodo di maternità in più?

La neomamma di due gemelli ha diritto a solo un mese di maternità facoltativa in più retribuita all'80%.   »

Quattordicesima: perché la somma è pari all’anno precedente?

In genere, l'Inps, quando riconosce l'indennità di maternità va ad erogare l'80% dell'ultima retribuzione maggiorata dei ratei delle mensilità aggiuntive.  »

Maternità anticipata e tredicesima

Non tutti i Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro prevedono automaticamente la maturazione dei ratei relativi agli oneri indiretti, di cui fanno parte tredicesima e quattordicesima,  »

Dubbi sull’importo della tredicesima in maternità

L'Inps, quando va a erogare l'indennità di maternità, corrisponde l'80 per cento dell'ultima retribuzione maggiorata dei ratei delle mensilità aggiuntive.  »

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti