Ad agosto la coppia scoppia e a settembre boom di separazioni!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 01/09/2018 Aggiornato il 03/09/2018

Chi pensa che l’estate sia la stagione dell’amore è in errore. Agosto, in particolare, è un mese particolarmente critico per le coppie... E le conseguenze si vedono a settembre

Ad agosto la coppia scoppia e a settembre boom di separazioni!

Per le coppie l’estate è una stagione ad alto rischio. Ad agosto, infatti, aumenta il numero di separazioni.  Secondo il professor Sergio Scicchitano, avvocato noto per aver difeso molti personaggi famosi, in questo periodo si registra un vero e proprio boom di separazioni. Non solo fra i più giovani, ma anche fra le persone di una certa età.

Più tempo per pensare

A rendere agosto un periodo no per le coppie non sono tanto le tentazioni cui molti sono sottoposti durante le vacanze. Sicuramente la maggiore facilità con cui si stringono nuove amicizie mentre si è in viaggio, la voglia di trasgressione che tipicamente aumenta in estate, le occasioni mondane che si moltiplicano sono tutti fattori di rischio per le separazioni. Ma il vero problema è rappresentato dal maggior tempo a disposizione, che porta a condurre delle riflessioni sulla propria vita. Mentre si riposano sotto l’ombrellone, compiono escursioni più o meno impegnative in montagna, si concedono una cena con gli amici, molte persone tendono a fare un bilancio dei mesi trascorsi, individuando le cose positive e gli aspetti critici. Possono così rendersi conto di alcune falle nel rapporto di coppia e addirittura arrivare alla conclusione che l’amore è finito e che è il caso di voltare pagina. “In realtà la crisi di coppia inizia ben prima dell’estate ed è solo la maggiore disponibilità di tempo a far riflettere e a far scoppiare proprio ad agosto la scintilla del disaccordo e il desiderio di separarsi” ha spiegato l’avvocato Scicchitano.

Non si salva nessuno

Il fenomeno non riguarda solo le coppie più giovani. Se fino a qualche anno fa le separazioni estive, ma non solo, coinvolgevano soprattutto le persone di età compresa fra i 30 e i 40 anni, nell’ultimo periodo non “risparmiano” nemmeno gli over 60. “Anche in Italia sta crescendo il numero di persone che si lascia in età avanzata e sempre più spesso si ricomincia dopo i 60 anni” commenta l’avvocato Sergio Scicchitano. Del resto l’aspettativa di vita si è allungata ed è normale che anche i soggetti maturi non si accontentino più, ma facciamo il possibile per ottenere il proprio spicchio di felicità.

 

 

In breve

UN FENOMENO IN AUMENTO

Dopo l’entrata in vigore della nuova legge sui divorzi brevi, sono aumentate le separazioni richieste dalle coppie mature. Gli esperti definiscono il fenomeno con l’espressione “grey divorces”, letteralmente divorzi grigi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti