Divorzio: non sempre è un male

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/08/2015 Aggiornato il 14/08/2015

Se dopo il divorzio si trovano nuovi partner la salute non ne risentirebbe. Ecco perché

Divorzio: non sempre è un male

Chi l’ha detto che il divorzio è necessariamente un evento negativo? Non tutto il male viene per nuocere. Dopo la rottura di un matrimonio si può ancora trovare la felicità e soprattutto mantenere un buono stato di salute. A patto di avere un nuovo partner. Questa è la conclusione cui è giunto un recente studio condotto da un team di ricercatori britannici, della University College di Londra, pubblicato sulla rivista The American Journal of Public Health.

Uno studio su oltre 10 mila persone

Lo studio ha coinvolto oltre 10 mila persone. Gli autori le hanno seguite per svariati anni, monitorando in modo costante le loro condizioni di salute. Inoltre, tutte sono state invitate a rispondere regolarmente a dei questionari riguardanti la propria vita privata, in particolare sui legami sentimentali in corso e quelli eventualmente finiti. Lo scopo era capire se, come suppongono molti, il divorzio si riflette negativamente sulle condizioni di salute di un individuo.

Risultati sorprendenti

L’analisi dei dati raccolti ha sorpreso i ricercatori. Infatti, è emerso che il divorzio è meno nocivo del previsto. Non necessariamente le persone con un matrimonio fallito alle spalle stanno peggio di chi gode di un’unione longeva. La convinzione secondo cui lo stato di single post- separazione si lega ad abitudini di vita poco salutari, dunque, non è del tutto veritiera. Sicuramente non lo è per chi trova di nuovo l’amore. Più precisamente si è visto che le coppie che si erano sposate da giovani ed erano felici erano quelle che godevano delle migliori condizioni. Tuttavia, anche i partner che convivevano da tempo e quelli che si erano conosciuti dopo un divorzio erano in buonissima salute. “Numerosi studi hanno riscontrato che le persone sposate hanno una salute migliore delle persone non sposate. Tuttavia, la nostra ricerca dimostra che le persone che vivono assieme senza essere sposati, oppure sperimentano un divorzio o una separazione, hanno livelli di salute molto simili rispetto a quelli sposati” hanno spiegato gli studiosi.

Gli uomini sono più a rischio

Altre ricerche sull’argomento avevano dimostrato che essere in coppia è un toccasana per la salute perché spinge ad adottare stili di vita più sani (), per esempio una vita attiva e un’alimentazione bilanciata. Al contrario, essere single, specialmente dopo un divorzio, sembra aumentare il rischio di lasciarsi andare agli stravizi. In effetti, anche questo studio evidenzia che coloro che non hanno mai avuto legami duraturi sono i soggetti meno sani in assoluto. I più vulnerabili sono gli uomini, che paiono meno in grado di badare a se stessi senza una compagna a fianco.

 

 

In breve

A VOLTE È LA SOLUZIONE MIGLIORE

Il matrimonio è un alleato della salute, purché sia felice. Quando l’unione traballa e i due partner sono insoddisfatti, il divorzio sembra la soluzione migliore.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Antipsicotico in gravidanza: come si scala?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di “La Redazione”

In nessun caso e per nessuna ragione si deve sospendere un antipsicotici o anche solo diminuirne la dose di propria iniziativa, ma sempre e solo su consiglio dello psichiatra che lo ha prescritto.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti