Le persone sposate sono più felici dei single

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/02/2015 Aggiornato il 27/02/2015

Da un’indagine sulle famiglie inglesi risulta che le persone sposate sono più felici dei single. Ed è fondamentale il benessere della donna. Ecco perché

Le persone sposate sono più felici dei single

Chi l’ha detto che il matrimonio è la fine dei sogni e della felicità? Tutt’altro! Da uno studio pubblicato sul National Bureau of Economic Research e condotto da ricercatori anglo-canadesi sulle condizioni di vita delle famiglie britanniche pare proprio vero il contrario. Le ricerche effettuate dimostrano, infatti, che i livelli di benessere della coppia, precedenti alle nozze, cambiavano considerevolmente rispetto a quelli registrati nei mesi successivi all’unione. Le persone sposate sono, quindi, più felici dei single e sono in grado di vivere più serenamente e affrontare meglio lo stress.

Il matrimonio non è la tomba dell’amore

Il matrimonio aiuta a frenare il malessere che spesso accompagna il naturale decorso degli anni. Contribuisce a rendere reciprocamente più fiduciosi e sicuri di sé i coniugi e anche ad alleviare la fatica e il peso dell’inevitabile crisi di mezza età. Esiste, dunque, un forte nesso di causa-effetto tra l’unione matrimoniale e il complessivo stato di benessere dei coniugi. Oggetto delle ricerche sono, tuttavia, le coppie affiatate, unite da un legame stabile e da un rapporto ben equilibrato. Un matrimonio infelice può al contrario influire negativamente sulla salute delle persone a causa delle tensioni e delle disarmonie che si creano nella relazione.

Peggiora la forma fisica

Per le unioni salde l’unica nota negativa è il peggioramento delle condizioni estetiche e della forma fisica dei partner, che tendono a ingrassare e a trascurare un po’ l’aspetto. Ma si può sempre rimediare…

Nessuna amicizia può competere

L’elevato livello di benessere registrato tra due persone sposate è ben diverso e non può essere paragonato al rapporto tra due amici. È molto importante, infatti, avere un amico o un’amica del cuore, con i quali confidarsi e chiedere pareri e suggerimenti. Ma da questa indagine risulta che nei momenti di difficoltà non potranno mai davvero assumere un ruolo così determinante quanto quello di un coniuge.

Determinante lo stato d’animo della donna

Risulta anche che una variabile fondamentale nell’andamento di una coppia è la felicità della moglie. Se la donna, infatti, si sente serena e sentimentalmente appagata, stimolerà in modo positivo il marito ed entrambi ne beneficeranno. La coppia diventa più solida e dura con maggior probabilità a lungo.

 

 
 
 

In breve

MENO MATRIMONI, PIÙ CONVIVENZE

Nonostante questo studio anglo-canadese abbia, dunque, dimostrato che le persone sposate sono più felici dei single, la decisione di sposarsi da parte dei giovani viene sempre più rimandata o esclusa. Sono, infatti, in calo le prime nozze tra sposi di cittadinanza italiana e anche i secondi matrimoni. Aumentano, invece, le coppie che convivono.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti