Il partner russa? Salute a rischio

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 02/01/2017 Aggiornato il 02/01/2017

Chi dorme con un compagno “rumoroso” può soffrire di disturbi del sonno, depressione ed è a rischio ictus. Ecco perché se il partner russa è meglio correre ai ripari

Il partner russa? Salute a rischio

Se il partner russa condividere il letto può essere una vera tortura. Notti insonni o frequenti risvegli per i fastidiosi “vocalizzi” fanno perdere ore di sonno e influenzano negativamente sull’umore. E non solo: un recente studio sostiene che se il partner russa nuoce gravemente alla salute… dell’altro.

Rischio ictus e infarto

A confermarlo  è una ricerca dell’Università di Leeds che sostiene che essere disturbati nel sonno può provocare problemi di salute come stanchezza cronica (il 30% degli intervistati dichiara di soffrire di “disturbi del sonno” perché il partner russa). Non dormire in modo adeguato provoca un aumento del rischio di depressione, infarto, ictus e suicidio. E addirittura può essere motivo di divorzio.

Anticamera dell’ansia

La mancanza di riposo può provocare anche stati di ansia. Secondo diversi studi, infatti, a risentirne  è l’ amigdala, la zona del cervello che gestisce le emozioni negative. E già un precedente studio aveva evidenziato che dormire male provoca disidratazione con conseguente maggior invecchiamento della pelle, aggressività sul lavoro e indecisione.

Dormire separati

Come fare, allora, se il partner russa? Il suggerimento è: dormire separati.  “Quasi un terzo (il 29 per cento) degli inglesi – dice l’esperta del sonno Nerina Ramlakhan – non riposa bene a causa del partner. Per queste persone dormire in stanze separate renderebbe il sonno molto più piacevole e soprattutto davvero riposante”.

 

In breve

SEPARATI DI NOTTE

Invece di colpevolizzare il partner che russa, è meglio valutare l’ipotesi di  dormire in stanze separate. A tutto vantaggio dell’equilibrio di coppia e della salute.

 

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ho un neo che mi fa paura: aiuto!
17/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

A fronte di un neo diverso dagli altri, specialmente se comparso di recente e con tendenza a modificarsi per forma, colore e dimensione è irrinunciabile sottoporsi tempestivamente a un controllo dermatologico.   »

Bimbo di 16 mesi molto vivace: che fare?
16/07/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' normale che a 16 mesi il bambino voglia misurarsi con le sue nuove capacità psicomotorie: quello che gli si deve impedire è di farsi male, ma in generale è meglio non eccedere con i no.  »

Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti