Profumo di maschio fa innamorare

Laura de Laurentiis A cura di Laura de Laurentiis Pubblicato il 20/02/2018 Aggiornato il 09/08/2018

L’attrazione che le donne provano verso un determinato uomo dipende dai suoi feromoni. Ecco perché il profumo di maschio fa scattare la scintilla…

Profumo di maschio fa innamorare

Perché proprio lui e non un altro? È un dato di fatto: spesso le donne non provano alcuna attrazione nei confronti di uomini che oggettivamente hanno tutti i requisiti per piacere e si infiammano, invece, per qualcuno, almeno in apparenza, meno interessante, meno avvenente, meno intrigante. La responsabilità potrebbe essere del profumo di maschio, ossia dei suoi feromoni, sostanze prodotte da minuscole ghiandole situate sulla pelle, il cui odore è così impercettibile eppure così potente da entrare in gioco nei misteriosi meccanismi che modulano la comparsa del desiderio sessuale e l’innamoramento. Il loro ruolo nel comportamento degli esseri umani è stato al centro di uno studio condotto dal Dipartimento di neuroscienze dell’Università D’Annunzio di Chieti e coordinato dal dottor Andrea Mazzatenta in collaborazione con il dottor Carlo De Luca, otorinolaringoiatra.

Questioni di cuore: questione di naso

Nel corso della ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati dalla rivista scientifica Respirology,  sono stati fatti annusare a un gruppo di studentesse  feromoni maschili. Prima e dopo la “sniffata”, con un particolare strumento, il rinomanometro, è stata misurata l’ampiezza della cavità nasale di ciascuna partecipante, per valutare come reagiva al profumo di maschio. Così si è avuto modo di osservare che il tessuto di rivestimento interno del naso femminile si inturgidisce e si gonfia a contatto con i feromoni. Questa risposta attiva il sistemo limbico, ossia l’area del cervello che governa le emozioni. Da qui l’idea che un uomo che piace a una donna “a pelle”  possieda un profumo di maschio speciale non in assoluto, ma proprio per quella donna.

Valido anche il contrario

Ma attenzione: i feromoni potrebbero anche suscitare anche sentimenti opposti, addirittura di repulsione. Secondo gli scienziati, una simile eventualità potrebbe verificarsi quando somigliano a quelli del proprio padre. In questo caso, nella donna scatterebbe cioè l’ “allarme consanguineità” che le suggerisce di rifuggire i rapporti sessuali con un parente di primo grado per tutelarsi dal rischio, in questo caso altissimo, di avere un figlio colpito da un’anomalia genetica. Un altro trucco della natura per preservare la specie.

ll ruolo nel corteggiamento

L’appeal garantito dai feromoni da solo però può non bastare a conquistare una donna. L’ipotesi è che anche le modalità con cui l’uomo conduce il corteggiamento abbiano un gran peso proprio alla luce delle leggi che regolamentano l’evoluzione della specie: un uomo che agisce con classe, spontaneità, gentilezza e un pizzico di lieve autoironia, viene recepito come un partner portatore di caratteri ereditari di ottima qualità, a vantaggio della prole che potrebbe nascere dall’eventuale unione con lui.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Si ipotizza che nella donna il colpo di fulmine sia mediato dai feromoni, in quanto messaggeri della compatibilità genetica, che garantisce la nascita di figli forti e sani.  

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Fai la tua domanda agli specialisti