Corsi pre-parto anche per i nonni

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/05/2016 Aggiornato il 31/05/2016

Sono al via i corsi pre-parto anche per i nonni. Un'ulteriore iniziativa per aiutare le neomamme in vista della nascita del bebè

Corsi pre-parto anche per i nonni

Corsi pre-parto anche per i nonni? Perché no. Anzi, i corsi pre-parto dedicati ai nonni sono un’ottima iniziativa per aiutare le neomamme ad affrontare al meglio il delicato periodo del puerperio.

Una risorsa preziosa

Soprattutto le nonne, in realtà aiutano già le neomamme. O meglio, credono di aiutarla, ma spesso fanno qualche danno. Per esempio, forniscono consigli non richiesti e, attraverso osservazioni anche non corrette, fanno sentire la neommama inadeguata e incapace. I corsi pre-parto per i nonni possono, dunque, rappresentare una soluzione per rendere davvero fruttuosa la loro collaborazione.

8 incontri dedicati

I primi corsi pre-parto aperti ai nonni in Italia sono guidati dall’ostetrico Maurizio Gnazzi presso l’ospedale Cristo Re di Roma. Si tratta di 8 incontri pensati proprio per insegnare ai nonni come aiutare la neomamma nel modo giusto. I consigli da non dare, le parole da non usare, le informazioni sull’allattamento ben lontane dalle leggende popolari, gli aiuti concreti possibili e graditi ai neogenitori.

Quali compiti

I nonni sono figure chiave per la neomamma, soprattutto in Italia, dove si punta quasi soltanto su un welfare familiare. Ma questo tipo di vicinanza, se mal gestita, può essere anche controproducente per la salute psicologica della neomamma e persino per l’andamento dell’allattamento. Dunque, cosa possono fare i nonni? Dovrebbero tenersi il più lontano possibile da allattamento e questioni che riguardano direttamente neonato e mamma, e dedicarsi, invece, ad altre incombenze come la spesa, le faccende domestiche o le commissioni fuori casa più noiose.

 

 
 
 

In breve

IMPORTANTE L’AGGIORNAMENTO

Soprattutto le nonne pare abbiano bisogno di essere informate e aggiornate in merito ad alcune tematiche chiave della maternità: allattamento, crescita del bebè, riposo notturno, alimentazione. Per non gettare nello sconforto la neomamma in un momento tanto delicato.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti