Mindfullness per il buon umore

Laura de Laurentiis
A cura di Laura de Laurentiis
Pubblicato il 31/08/2018 Aggiornato il 31/08/2018

La mindfullness, cioè la padronanza della mente, aiuta a controllare lo stress e, quindi, a stare meglio e a ridurre il rischio di andare incontro alla depressione

Mindfullness per il buon umore

Mindfullness contro la depressione. Avere troppe cose da fare, infatti, genera un accumulo di stress che, alla lunga, può aprire la strada al rischio di andare incontro alla depressione, forse il più temibile tra i disturbi dell’umore. Per prevenire questo pericolo, può essere d’aiuto la mindfulness, una tecnica ispirata ai principi del buddhismo che ha l’obiettivo di consentire alla persona di padroneggiare la propria attività mentale, per renderla la migliore alleata di un’ottimale qualità della vita.

Contro i multitasking

Tutte le persone multitasking, che si barcamenano tra mille doveri e altrettante responsabilità, sono a rischio tristezza e depressione ma potrebbero trarre giovamento dal mindfullness: così è stato dimostrato da alcuni studi condotti sull’argomento.

I sintomi della depressione

Chi è troppo impegnato su vari fronti facilmente sviluppa quella che è stata battezzata “sindrome del lavoratore moderno”. Non è una malattia in senso stretto, ma piuttosto una condizione di disagio psicofisico che si esprime innanzitutto attraverso atteggiamenti negativi, socialmente censurabili, come gli scatti d’ira improvvisi, l’insofferenza verso gli altri, le reazioni esagerate in seguito a un rimprovero magari giusto. A questi spesso si aggiungono, disturbi del sonno, mancanza di concentrazione, vuoti di memoria, tendenza ad avere poca cura di sé in relazione allo stile di vita.

Come si impara

La mindfullness è detta anche “meditazione di consapevolezza” perché favorisce la capacità di gestire al meglio il grande potere racchiuso nella mente e di utilizzare a proprio favore l’elaborazione dei pensieri. Chi riesce ad attuare la metodica si trova a padroneggiare la preziosa abilità di controllare l’ansia, allentare lo stress e, in generale, di affrontare la vita con più serenità, diminuendo il rischio di andare incontro a un disturbo dell’umore. La tecnica si impara attraverso un training guidato da uno specialista. Una volta appresa può essere impiegata autonomamente, fino a trasformarla gradualmente in una sorta di vantaggioso modus vivendi.

 

Lo sapete che?

La mindfullness viene utilizzata anche per controllare i mal di testa, specialmente se scatenati da situazioni stressanti.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Lavaggi nasali: servono davvero?
23/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I lavaggi nasali rivestono grande utilità non già per uccidere il virus del raffreddore, ma per facilitare la pulizia del naso e favorire la fluidificazione, quindi, l'eliminazione del muco.   »

Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fai la tua domanda agli specialisti