Obesità e tumori: il legame è provato!

Pamela Franzisi
A cura di Pamela Franzisi
Pubblicato il 12/06/2019 Aggiornato il 12/06/2019

Un’ampia ricerca sviluppata tra Londra e Boston fotografa la relazione fra obesità e tumori. Nella lista anche il tumore allo stomaco, del fegato, della colecisti, del pancreas, dell’ovaio, della tiroide.

Obesità e tumori: il legame è provato!

L’obesità è un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari e diabete. Ma lo è anche, in maniera rilevante, nello sviluppo di alcune neoplasie. Il legame tra obesità e tumori ormai è provato.

Più di 4 milioni di morti all’anno

Uno studio, pubblicato sulla rivista Ca: A Cancer journal for clinicians, elaborato dagli epidemiologi dell’Imperial college di Londra e della prestigiosa Harvard T.H. Chan school of Public health di Boston ha evidenziato che l’obesità è responsabile del 4% dei tumori diagnosticati nel mondo ogni anno. La ricerca ha analizzato un gran numero di dati, sia a livello globale che per zona geografica. Nel 2015 sovrappeso e obesità sarebbero stati responsabili di 4 milioni di morti.

Legame con 13 tipi di tumore

Lo studio approfondito ha dimostrato il collegamento tra obesità e sovrappeso a 13 diverse tipologie di tumore: del seno (nel periodo successivo alla menopausa), del colon retto, dell’esofago (adenocarcinoma), dell’utero, della cistifellea, di reni, fegato, pancreas, ovaie, stomaco e tiroide, come pure meningioma e mieloma multiplo. In prospettiva, secondo i ricercatori, l’aumento dei casi di sovrappeso e obesità che si verificheranno nel mondo, inciderà sui tumori dei prossimi decenni.

E il sovrappeso è in aumento

Lo studio ha evidenziato che tra il 1975 e il 2016 il sovrappeso negli adulti è aumentato del 40%: il 21% negli uomini e il 24% nelle donne. Tra i minori di età compresa tra 5 e 19 anni i casi di sovrappeso sono aumentati del 18%. Prendendo a riferimento lo stesso periodo,  la prevalenza dell’obesità si è quadruplicata negli uomini, dal 3% del 1975 al 12% del 2016, e più che raddoppiata nelle signore, passando dal 7% al 16%. Nel 2012 il sovrappeso è stato responsabile di 544.300 casi di tumore (il 3,9%).

 

 

DA SAPERE

DIMAGRIRE POTREBBE DIMINUIRE IL RISCHIO

L’obesità è associata ad una serie di alterazioni endocrine e del metabolismo, che sono alla base dell’insorgenza di alcune forme di tumore. Di contro, alcuni studi sugli animali confermano che perdere peso ha un effetto protettivo contro i tumori, anche se non esistono ancora evidenze scientifiche sull’uomo.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Vertigini a 13 anni: cosa può essere?
10/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Le vertigini potrebbero essere espressione di un problema che riguarda l'orecchio interno: solo la visita otoneurologica può escluderlo o confermarlo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti