Chirurgia estetica maschile: è boom!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/03/2016 Aggiornato il 23/03/2016

Cresce il numero degli uomini che chiede un ritocchino. La chirurgia estetica non è più un’esclusiva delle donne

Chirurgia estetica maschile: è boom!

È boom di chirurgia estetica al maschile. Cresce, infatti, sempre più il numero degli uomini che chiede un ritocchino. I dati a disposizione sono relativi alla Gran Bretagna ma rappresentano, comunque, uno specchio di quello che succede anche in molti altri Paesi europei, Italia compresa. I numeri, forniti dalla British Association of Aestetich Plastic Surgeons, sono relativi al 2015 e segnano rispetto all’anno precedente una crescita di ben il 12,5% delle richieste di interventi da parte degli uomini.

Gli interventi più richiesti

In alcuni casi la crescita è addirittura ancora più significativa: il lifting del viso e del collo segna, infatti, un +14% di interventi, mentre la liposuzione si attesta a un + 20%. Altro intervento che testimonia quanto sia in crescita il numero degli uomini che chiede un ritocchino è quello relativo alla riduzione del seno maschile, la cosiddetta ginecomastia, che ha visto aumentare le richieste del 13%.

Raddoppiati in 10 anni

Sia in Gran Bretagna sia in Italia, anche se cresce il numero di uomini che chiede un ritocchino, i numeri della chirurgia maschile rimangono comunque una minoranza, con un 9% sul totale degli interventi. C’è però un costante aumento: si calcola, infatti, che gli uomini disposti a ricorrere al bisturi pur di migliorare il proprio aspetto siano raddoppiati negli ultimi dieci anni.

Un mercato che non conosce crisi

Anche i numeri della chirurgia femminile sono dal loro canto in rapidissima e continua crescita. Sono ancora i dati inglesi a dettare la tendenza: ben sette dei dieci interventi più popolari in Gran Bretagna hanno segnato lo scorso anno una crescita a doppia cifra. Il più richiesto rimane l’aumento del seno che ha visto nel 2015 una crescita di ben il 12% rispetto al 2014. Nel Regno Unito così come in Italia l’era degli eccessi sembra comunque essere finita: le donne preferiscono taglie più piccole e decisamente più proporzionate. In netta crescita sono anche il lifting facciale che ha segnato nell’anno appena passato un +16% e la liposuzione che ha visto crescere gli interventi di ben il 20%.

Tanti scelgono il bisturi

Un segno chiaro che dopo anni di ricorso a trattamenti poco invasivi, sia le donne sia gli uomini hanno compreso come la medicina estetica dia ottimi risultati che spesso, però, non possono essere comparati con quelli del bisturi.

 

 

 
 
 

In breve

SOLO DA PROFESSIONISTI QUALIFICATI

Quello che conta è che nello scegliere la chirurgia ci si rivolga sempre a professionisti di provata affidabilità: la selezione attenta del medico è fondamentale per avere non solo la certezza dei risultati ma anche per evitare di correre rischi di qualsiasi tipo, durante e dopo l’intervento.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti