Cuore di papà: più attenti se il figlio è femmina

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/07/2017 Aggiornato il 21/07/2017

Il cuore di papà batte in modo differente a seconda se il figlio è maschio o femmina. Ecco perché

Cuore di papà: più attenti se il figlio è femmina

Da poco pubblicata sulla rivista Behavioral Neuroscience, una ricerca della Emory University di Atlanta ha dimostrato come il cuore di papà assuma atteggiamenti differenti a seconda se il figlio sia maschio o femmina: più giocherelloni con i primi, più apprensivi e attenti con le seconde.

Differenze inequivocabili

Lo studio ha preso in esame due giorni di interazioni tra 52 padri e i loro figli, evidenziando numerose differenze, dettate proprio dal sesso del bambino (30 femmine e 22 maschi). Lo studio si è svolto in un weekend, con i papà che sono stati monitorati da un registratore in grado di catturare 50 secondi di vita ogni nove minuti, in modo del tutto casuale. I risultati sono stati sorprendenti.

Più tempo dedicato

Il tempo trascorso dai papà a prestare attenzione ai bisogni delle figlie è risultato superiore di ben il 60%, rispetto ai figli maschi. I padri hanno, inoltre, dedicato cinque volte più tempo a cantare e a fischiettare con le bambine. Con le femmine poi utilizzano più spesso parole associate a emozioni tristi, come “piangere”, “lacrime” e “solitudine”, che secondo gli scienziati possono aiutare le ragazze a sviluppare più empatia rispetto ai ragazzi.

L’atteggiamento verso i maschi

Di contro, proprio i ragazzi, sembrano risentire della minore attenzione. I figli maschi hanno visto l’ago della bilancia spostarsi in proprio favore per quanto riguarda il tempo trascorso a giocare con i papà alla lotta. Con i ragazzi, anche il linguaggio dei papà cambia, virando verso tematiche quale l’orgoglio, l’essere vincenti e migliori. Ciò potrebbe spiegare anche la minore propensione dei maschi a esternare le  proprie emozioni da adulti.

Il peso della società

La ricerca sembra rimarcare l’importanza dell’inconscio in questo tipo di relazioni. Jennifer Mascaro, professore ordinario che ha guidato lo studio, ha sottolineato come sia chiaro che il ruolo dell’inconscio risulti fondamentale e incida sul padre a seconda del sesso del bambino. I pregiudizi imposti dalla società giocano sicuramente un ruolo importantissimo: le differenze tra maschi e femmine e il modo in cui ci si rapporta con loro risentono di queste strutture sociali, influenzando inconsciamente il nostro cervello.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Bambini e bambine si somigliano più di quanto si creda. Spesso i genitori introducono nei bambini dei pregiudizi, magari anche volendo ottenere il risultato contrario. Il semplice fatto di palesare una differenza induce il cervello dei bambini a pensare di essere diversi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbi sul risultato dell’isterosalpingografia

28/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Quello che conta più di tutto è che l'isterosalpingografia appuri la pervietà delle tube.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti