Dieta mediterranea contro il tumore alla prostata

Silvia Camarda A cura di Silvia Camarda Pubblicato il 16/09/2021 Aggiornato il 16/09/2021

La dieta mediterranea potrebbe prevenire il tumore alla prostata. A sostenerlo è una recente ricerca tutta italiana, che ha studiato alcune aree del Cilento

Dieta mediterranea contro il tumore alla prostata

Tumore alla prostata: scoperto un altro effetto benefico della dieta mediterranea da un gruppo di ricercatori campani dell’Università Federico II di Napoli, dell’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno di Portici e dell’Ospedale di Eboli. Secondo il team campano, infatti, la dieta mediterranea potrebbe prevenire il tumore alla prostata e lo studio conseguente è stato pubblicato su Sage Journals.

Lo studio sul Cilento

Partendo dai dati epidemiologici della provincia di Salerno forniti dall’ASL e raccolti nel registro tumori, i ricercatori hanno osservato che in alcune zone del Cilento il rischio di contrarre il carcinoma prostatico (PCa) sarebbe più basso rispetto alle altre aree prese in esame, anche se vicine.

Merito della dieta mediterranea

Per gli esperti, questo ottimo risultato potrebbe derivare dal regime nutrizionale seguito dalla popolazione di queste specifiche zone, particolarmente ricco di preziose sostanze per la salute come:

·       il licopene, contenuto nel pomodoro;

·       la quercitina, contenuta nelle cipolle e nelle mele;

·       i flavonoidi, contenuti in molti alimenti vegetali e nel cioccolato.

Questi nutrienti, presenti nella dieta mediterranea e in particolare nella dieta mediterranea di queste aree del Cilento, svolgono un’azione anti-neoplastica verso diversi tumori e di protezione verso altre malattie.

Il futuro

I prossimi studi, riferiscono i ricercatori, saranno rivolti a capire quale sia la relazione tra la dieta mediterranea e il tumore alla prostata e con quali meccanismi agisce per ridurre il rischio.

I super alimenti

I principali alimenti della dieta mediterranea sono:

·       tanta frutta e verdura;
·       pesce;
·       legumi;
·       olio extra vergine d’oliva;
·       cereali integrali.

Da mangiare con moderazione, invece, la carne ed i latticini.

 
 

Forse non sapevi che…

Nel 2010 la dieta mediterranea è stata riconosciuta dall’Unesco Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti