È boom di depilazione totale tra gli uomini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/02/2015 Aggiornato il 11/02/2015

Più attenti alla propria immagine, gli uomini ricorrono sempre più spesso anche a trattamenti tipicamente femminili

È boom di depilazione totale tra gli uomini

Gli uomini? Sempre più vanitosi. Un dato per tutti: negli ultimi dieci anni sono aumentate del 100% le richieste di depilazione definitiva tra gli uomini, in particolare tra i giovani. Se dieci anni fa solo un giovane su 100 si depilava, oggi il numero è cento volte superiore. La maggior richiesta interessa schiena e petto ma sono moltissimi i giovani uomini che scelgono la depilazione totale intervenendo anche su gambe, braccia e inguine.

I metodi più gettonati

Le metodiche più gettonate sono il laser e la luce pulsata che consentono, con un numero contenuto di sedute, di ottenere risultati praticamente definitivi. Anche per i giovani maschi che scelgono la depilazione totale valgono comunque i consigli al femminile, primo fra tutti quello di rivolgersi a un centro di provata serietà per avere la certezza non solo di risultati soddisfacenti ma anche l’assenza di rischi, possibili quando apparecchiature delicate vengono manovrate da mani non esperte.

Cautela per le parti intime

Attenzione poi al fatto che soprattutto in punti come l’inguine, i peli rappresentano una barriera protettiva per le delicate parti intime: la depilazione totale può esporre a un maggior rischio di irritazioni e infezioni.

In aumento anche gli interventi estetici

In ogni caso non sono solo i numeri dei giovani maschi che ricorrono alla depilazione totale a crescere in maniera esponenziale: anche quelli della chirurgia al maschile vedono un costante e significativo aumento. Secondo i dati dell’Agorà-Amiest, la Società italiana di medicina a indirizzo estetico, nel 2013 era il 13% degli uomini a rivolgersi al medico e al chirurgo estetico, nei primi sei mesi del 2014 la percentuale è arrivata al 24%. Le richieste riguardano al primo posto le iniezioni di tossina botulinica impiegata per rilassare le rughe e dare un aspetto più giovane e fresco al viso. Seguono nella classifica delle richieste i filler per rimpolpare l’area tra zigomo e naso che tende a svuotarsi con l’età e per ridefinire le labbra. Grande attenzione viene rivolta anche alla zona del contorno occhi: secondo una ricerca europea, il 52% degli uomini considera molto efficaci i filler a base di acido ialuronico per rendere meno visibili le zampe di gallina e il 28% è orientato a ricorrervi in tempi brevi. Al terzo posto nelle richieste di ritocchi al maschile si posiziona la liposuzione per eliminare il grasso in eccesso su addome e fianchi mentre al quarto posto ci sono i trattamenti di epilazione definitiva, gettonati soprattutto tra i giovanissimi.

 

 
 
 

LO SAPEVI CHE?

La depilazione con luce pulsata può portare a una riduzione dal 30 all’80% dei bulbi piliferi. Una seduta di fotoepilazione dura alcuni minuti (da 5 a 60) e sono necessarie almeno 4 – 6 sedute mensili. È possibile esporsi al sole dopo almeno una settimana.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Escursione a 1650 metri: si può portare un bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un bimbo di tre anni può avere problemi di adattamento se viene portato ad altitudini superiori ai 2500-3000 metri.  »

Il Sars-CoV-2 può rendere sterile il mio bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Che l'infezione causata dal nuovo coronavirus possa provocare infertilità maschile è solo un'ipotesi non dimostrata.   »

A due anni perché non parla ancora?

12/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

Fino ai tre anni di età, una volta esclusi deficit di qualsiasi natura, si può ipotizzare la non grave condizione di "parlatore tardivo"  »

Fai la tua domanda agli specialisti