Gravidanza: le emozioni del papà

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/09/2015 Aggiornato il 21/09/2015

Alcuni uomini si sentono dei papà fin dall’inizio dei nove mesi e altri lo diventano pian piano. Non tutti, infatti, vivono allo stesso modo la gravidanza

Gravidanza: le emozioni del papà

Molte donne si sentono mamme fin dai primi segnali sospetti, ancor prima di sottoporsi al test di gravidanza. Del resto, è il loro il corpo che si trasforma settimana dopo settimana per accogliere e crescere la nuova vita. E sono loro a sentire tutti i fastidi che la gestazione può comportare, ma anche una gioia indescrivibile quando il piccolo si muove nel pancione. Per i papà è tutto diverso. L’uomo, infatti, per i primi mesi è solo uno “spettatore”: può vivere la gravidanza solo dall’esterno e, per questo, spesso il suo senso paterno scatta più avanti.

Un periodo davvero speciale

Una donna, per quanto controllata, difficilmente riesce a rimanere distaccata durante la gravidanza. Sebbene in alcuni casi realizzi solo dopo qualche settimana che diventerà mamma, nel corso dei nove mesi acquista gradualmente consapevolezza di ciò che la aspetta e inizia a stabilire un legame molto intenso con il bebè che cresce dentro di lei. Lo stesso non accade all’uomo, non sempre perlomeno. Il papà, infatti, vive l’attesa da un punto di vista totalmente differente, per cui spesso non riesce a rendersi realmente conto di ciò che sta succedendo. Non si tratta di indifferenza o scarsa partecipazione, ma semplicemente di un tipo di partecipazione differente.

Dipende anche dal carattere

Molto, comunque, dipende dal carattere del futuro papà e dal rapporto che ha con la compagna. Ci sono uomini che si lasciano contagiare dall’entusiasmo fin dai primi giorni e vivono i nove mesi in trepidante attesa, condividendo ogni piccolo momento con la mamma. Altri uomini, invece, pur dimostrandosi attenti nei confronti della partener e felici del nuovo arrivo, non riescono a rendersi in conto fino in fondo di ciò che sta accadendo.

La vera consapevolezza arriva con la nascita

Spesso, è solo nel momento in cui stringe il piccolo fra le braccia che il papà si rende conto di essere diventato genitore ed è solo quando si trova alle prese con i nuovi compiti e le nuove responsabilità che realizza di avere un ruolo differente all’interno della famiglia.

Il ruolo della donna

Talvolta, nei nove mesi di attesa il papà può sentirsi escluso dal rapporto speciale che si crea fra la mamma e il bebè. Ecco perché è importante che la donna cerchi di coinvolgerlo il più possibile. Sì, per esempio, a condividere momenti di progettazione, come occuparsi insieme del corredino, della cameretta e discutere insieme di tutti i cambiamenti necessari ad accogliere il “nuovo venuto”. Anche frequentare i corsi pre-parto può essere molto utile per favorire la complicità dei futuri genitori. La mamma può aiutare il papà anche a esplicitare i suoi timori riguardo alla paternità: deve mostrarsi comprensiva e pronta all’ascolto, senza giudicare, ma solo ripetendogli che è normale avere dei timori, ma che tutto con il tempo può risolversi.

 

 

 
 
 

In breve

NON DIMENTICARSI MAI DELLA COMPAGNA

Anche se dubbioso e timoroso, il papà deve ricordarsi che anche la sua partner ha bisogno di aiuto e sostegno in un momento così delicato. Per questo, può condividere con lei le visite mediche, gli acquisti, le scelte: così non la farà sentire sola, ma le farà capire concretamente di avere un appoggio su cui contare. Inoltre, può impegnarsi maggiormente sul piano affettivo: non farle mancare carezze, complimenti e serate romantiche.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbi sul risultato dell’isterosalpingografia

28/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Quello che conta più di tutto è che l'isterosalpingografia appuri la pervietà delle tube.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti