Pancetta addio: i consigli per lui

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/01/2014 Aggiornato il 21/01/2014

Per mandar giù la pancetta non sempre occorre “mettersi a dieta” per ridurre le calorie: basta un po’ di attenzione nelle scelte di tutti i giorni 

Pancetta addio: i consigli per lui

Quante volte abbiamo sentito gli uomini lamentarsi della loro pancetta? E della fatica che fanno per ridurla? Effettivamente oltre al peso, per ridurre il rischio di  malattie legate all’obesità, è necessario tenere sotto controllo anche il “giro vita” che non deve superare i 102 cm nei maschi (e gli 88 cm nelle donne). Ecco allora che la Federazione medico sportiva italiana (Fmsi) suggerisce agli uomini quali sono gli errori da evitare a tavola per far scomparire la tanto “odiata” pancetta.

Come ridurre le “maniglie dell’amore”

Secondo la Fmsi, quando il punto vita di un uomo supera i 100 cm di diametro, è ora di fare qualcosa! A favorire la “pancetta” degli uomini sarebbero le cattive abitudini alimentari come consumare dolci elaborati a colazione e bistecche di bassa qualità e cotte in modo errato. Per gli appassionati di carne, sarebbe perciò fortemente consigliato scegliere tagli di carne magra, come filetto e controfiletto, e metodi di cottura semplici come alla griglia, al forno e al vapore. Non dimentichiamoci che un hamburger può arrivare a fornire fino a mille calorie, quindi meglio un formato piccolo e un’insalata di contorno!

Attenzione agli spuntini…

No, poi, agli spuntini con le patatine (15 patatine apportano circa 160 calorie); sì, invece, a pop corn, fette biscottate integrali, yogurt magri o frutta, break ideali, leggeri e ricchi di preziose sostanze nutritive. Sempre secondo i medici dello sport anche la pizza sarebbe nemica del punto vita: è concessa, però,  se condita con le verdure e non con gli affettati.

… e alle bevande

Una lattina di birra da 33 cl fornisce 150 calorie: meglio allora una spina piccola, possibilmente light. E attenzione, infine, ai superalcolici: un bicchierino di grappa o whisky fornisce quasi 100 calorie! 

In breve

OCCHIO ANCHE AI CONDIMENTI

È fondamentale imparare a dosare l’olio con il cucchiaio: quello da minestra (circa 10 g) corrisponde a 90 calorie,  un cucchiaino da tè (circa 5 g) a 45 calorie.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti