Pensare alla famiglia sottopone a stress più le mamme che i papà

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 12/09/2013 Aggiornato il 12/09/2013

Le responsabilità più grandi di un contesto famigliare, come la casa e i figli continuano a pesare sulle spalle delle madri, che sono sottoposte a stress molto di più dei papà

Pensare alla famiglia sottopone a stress più le mamme che i papà

Le mamme sono più stressate dei papà: troppe faccende cui badare, sbrigare, pensare e mettere in ordine in una casa e quando ci sono i figli la giornata diventa ancora più turbolenta. Insomma, tra i membri della famiglia a essere malato di stress – anche se fosse la famiglia ideale – è la mamma, sempre sull’orlo di una crisi di nervi.

Mamme super stressate

Secondo uno studio condotto e presentato da Shira Offer, assistente del Dipartimento di sociologia e antropologia alla Bar-Ilan University di Israele, la casa e la famiglia sono un chiodo fisso per mamme e papà che lavorano. E se è vero che entrambi pensano ai figli e al ménage quotidiano per il 30% del tempo, solo la madre è sottoposta a stress all’idea di quello che l’aspetta a casa. Lo studio ha posto sotto osservazione 402 madri e 291 padri di famiglie a doppio reddito, la loro vita di tutti giorni, l’attività, i sentimenti e le loro emozioni. È emerso che i pensieri riguardanti la famiglia sono diversi, tra madri e padri. Qualche esempio? Prendiamo il “nido”. Quando la mamma pensa che è arrivata l’ora del nido, si stressa, il papà invece sorride…

Doppia pressione per le donne

La verità è che le responsabilità più grandi continuano a pesare sulle spalle delle madri. Secondo i ricercatori le donne sono quelle che più adattano i propri orari di lavoro alle esigenze della famiglia, che stanno a casa se il bimbo sta male, lo portano dal medico o lo vanno a prendere all’asilo. Vivono, insomma, la doppia pressione: sanno di dover essere una buona madre e una buona lavoratrice, e finiscono per sentirsi inadeguate su entrambi i fronti.

In breve

STRESS, COMPAGNO DI VITA

Lo stress è uno stato di maggiore attivazione dell’organismo rispetto alla norma, come risposta di adattamento a situazioni e contesti percepiti come problematici o pericolosi. A livello fisico è sostenuto principalmente dagli ormoni adrenalina e cortisolo, prodotti dalle ghiandole surrenali. Lo stress può essere acuto o cronico e il suo perdurare nel tempo può portare a sintomi psicofisici e predisporre all’insorgenza di alcune malattie, tra cui in particolare quelle gastroenteriche e cardiovascolari.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

TSH oltre il limite: ci sono rischi in gravidanza?

14/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Un valore di TSH che supera di poco la soglia considerata ottimale non espone il feto a particolari pericoli. A patto però di assumere l'Eutirox e di controllare con regolarità la funzionalità tiroidea.   »

Ecografia, mammografia, autopalpazione: ecco le indagini per il seno

11/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Scoprire tempestivamente la presenza di un nodulo maligno nella mammella salva la vita. Tre sono le indagini che lo permettono.   »

Qual è stato il rapporto sessuale che ha portato al concepimento?

10/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stabilire il giorno esatto del concepimento, in caso di più rapporti sessuali nello stesso mese, è davvero molto difficile in quanto il periodo ovulatorio è influenzato da più variabili.   »

Fai la tua domanda agli specialisti