Parental burnout: stress dei genitori alle stelle

Luciana Pellegrino A cura di Luciana Pellegrino Pubblicato il 23/10/2019 Aggiornato il 23/10/2019

Diffuso tra i genitori troppo multitasking, il parental burnout provoca insicurezza, fuga, abbandono e, in casi estremi violenza sui propri figli. Attenzione ai campanelli d’allarme

Parental burnout: stress dei genitori alle stelle

Il parental burnout è molto diffuso tra i genitori moderni che nutrono troppe aspettative dal loro ruolo di educatori, provocando insicurezza e distacco verso i propri figli. Una sorta di stress emotivo legato alla quotidianità e alle molteplici pressioni della vita moderna così frenetica e piena di impegni che induce le mamme e i papà a essere dei genitori multitasking e perfetti.

Lo studio in Belgio

In Belgio oltre 2.000 genitori hanno completato una serie di questionari sull’esaurimento emotivo, sull’insicurezza e sul distanziamento dei genitori. Dai risultati è emerso un legame intenso tra parental burnout e la fuga, l’abbandono e la violenza fisica, verbale e psicologica. Una sorta di circolo vizioso in cui il primo portava all’esaurimento, e così via.

Le conseguenze nei genitori

Da uno studio effettuato dagli studiosi della UCLouvain, in Belgio, e pubblicato su Clinical Psychological Science, è emerso che gli effetti di questo genere di esaurimento sono molto negativi per i genitori inducendo a pensieri di fuga o di abbandono dei propri figli. Tentare di essere dei genitori perfetti può portare all’esaurimento, ma questo studio suggerisce che qualsiasi cosa in grado di ricaricare le batterie delle mamme e dei papà è un bene per i bambini, ed evita soprattutto l’esaurimento.

Burnout genitoriale = stress infantile

Il ritmo frenetico dei genitori e l’eccessiva pressione nel raggiungere i risultati generano nei figli i classici sintomi dello stress infantile. Secondo altri studi, i genitori che crescono e vivono nella fretta, per via dei numerosi impegni, sono i primi che pretendono lo stesso dai propri figli, esponendoli allo stress infantile che porta i bambini, a seconda dell’età, a soffrire di irritabilità costante, pianti frequenti, paure esagerate, stanchezza, pigrizia, perdita di concentrazione e cambiamenti in ambito scolastico e alimentare.

 

 

 

 

 

 

Da sapere!

Il miglior rimedio contro il parental burnout è quello di abbassare il livello di stress coltivando atteggiamenti di allegria, pazienza, calma, tranquillità e riflessione.

 

Fonti / Bibliografia
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni che colora fuori dai bordi

23/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

E' normale che a tre anni il bambino non riesca ancora a colorare una sagoma senza uscire dai bordi, quindi insistere affinché lo faccia rappresenta solo un'inutile forzatura.   »

Bimba che vuole solo il papà dopo l’arrivo della sorellina

20/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Dopo la nascita di un fratellino, è positivo che il maggiore crei un legame speciale con il padre e la mamma, anziché sentirsi messa da parte, dovrebbe esserne contenta.   »

L’uso del cellulare è nocivo in gravidanza?

13/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Durante la gestazione, è davvero poco probabile, anzi si può quasi escludere, che l'utilizzo del telefonino possa avere ripercussioni negative sul bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti