Festa del papà: per gli italiani è un supereroe

Miriam Cesta A cura di Miriam Cesta Pubblicato il 19/03/2019 Aggiornato il 19/03/2019

Seguono il vigile del fuoco e il mago. Se, invece, il papà fosse un cibo, per il 42% sarebbe una pizza per la sua capacità di salvare sempre ogni situazione

Festa del papà: per gli italiani è un supereroe

Il supereroe per la maggior parte, seguito – a grande distanza – dal vigile del fuoco. Sono questi i mestieri che si sognano per il proprio papà: il 43% vorrebbe che avesse i poteri di un supereroe, mentre al 13% piacerebbe che facesse il pompiere. Al terzo posto troviamo invece il mestiere del mago (12% delle preferenze), ma con una particolare abilità: far sparire e poi riapparire la mamma quando la situazione si mette male. La classifica arriva da Groupon, che in occasione della festa del papà ha condotto un sondaggio sul rapporto padri-figli e su come viene percepita dagli italiani questa festa.

Pizza per ogni situazione

Alla domanda “se tuo padre fosse un cibo, quale sarebbe”, il 42% degli italiani risponde che sarebbe una pizza, per la sua capacità di salvare sempre ogni situazione, seguito dal 20% che lo vede come un piatto raffinato perché sa uscire con eleganza anche dai contesti peggiori. Secondo il 13% sarebbe invece una porzione di hamburger e patatine perché abbonda in simpatia.

Una festa sentita

Anche se capita nel bel mezzo della settimana, dal sondaggio emerge che la festa del papà è piuttosto sentita: quasi la metà degli intervistati, infatti, la celebra. Per il 31% è una giornata comunque segnata sul calendario e da ricordare, anche se non sempre si riesce a festeggiare. Solo il 21% (due italiani su dieci) la trova un’invenzione per aumentare le vendite.

Il regalo

Ma quanto spendono in media gli italiani per il regalo della festa del papà? Più del 50% pensa di spendere fino a 30 euro, seguito dal 24% che spende fino a 50 euro, mentre il 6% spende fino a 100 euro e un altro 6% non bada a spese. Per quanto riguarda il regalo, il 34% risponde di optare in genere per qualcosa di cui il papà ha bisogno, mentre il 16% sceglie una cena o pranzo al ristorante.

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Per quasi il 40% dei partecipanti al sondaggio la frase che si sono sentiti dire più spesso dal proprio papà è stata “io alla tua età….”. Al secondo posto “ti voglio bene” (20%), seguito da “se torni tardi, ti lascio fuori” (14%)

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti