Guida ai mercatini di Natale

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 06/12/2013 Aggiornato il 23/12/2015

Oltre a quelli classici di Merano e Bolzano, sono tanti i paesi che danno vita ai mercatini di Natale. Ecco una breve panoramica

Guida ai mercatini di Natale

Rappresentano il miglior modo di prepararsi alle feste. I mercatini di Natale sono un appuntamento ideale per le famiglie, perché capaci di incantare grandi e piccoli. Non si tratta di visitare solo la casa di Babbo Natale, ma anche di scoprire tradizioni e prodotti locali. E poiché i mercatini di Natale più tradizionali si trovano in genere in posti di montagna, sono anche l’occasione per fare una breve vacanza tutti insieme.

Rango a Comano (Tn)

In questo caso non è tanto un posto che ospita i mercatini con le bancarelle, ma uno dei borghi più belli d’Italia che diviene un magico mercatino di Natale diffuso. A pochi chilometri dalle Terme di Comano, che riaprono per le festività, Rango trasforma i suoi stretti vicoli in salita, gli ampi androni, le vecchie legnaie, le piazzette inattese e le stesse case contadine in mercatino di Natale. Si potranno acquistare artigianato locale, addobbi, prodotti tipici e specialità enogastronomiche. Per info: www.visitacomano.it

Cimego (Tn)

In Valle del Chiese, a Cimego, per tutti i week end di dicembre i mercatini di Natale sono un’autentica festa di colori, sapori, musica e luci. Aperti nell’affascinante borgo di Quartinago, il nucleo più antico di Cimego, i mercatini vedono l’addobbo di cortili, cantine e androni e tante bancarelle dedicate soprattutto ai prodotti gastronomici, come la tipica polenta di farina gialla di Storo. Per info: www.mercatinicimego.it.

Bolzano e Merano

I mercatini di Natale di Bolzano e Merano sono i più famosi in Italia. Hanno la particolarità di fondere insieme tradizioni italiane e nordiche, nel più tipico spirito mitteleuropeo. L’atmosfera natalizia invade tutti i borghi e le piazze, con musica, addobbi, candele e luci soffuse, e tante bancarelle, piccole e grandi, in grado di far scoprire l’artigianato locale e internazionale. E non mancano vin brûlè, dolci e profumo di cannella e spezie. Per info: www.mercatinodinatalebz.it

Livigno (So)

A quota 1.800 metri, un villaggio di casette in legno in cui artigiani e artisti mettono in mostra e in vendita i loro prodotti: si va dai monili agli oggetti portafortuna per il nuovo anno, alle essenze ed erbe magiche fino agli oggetti in legno come addobbi natalizi. Non mancano i pezzotti della tradizione valtellinese e le statue del presepe, naturalmente in legno. Per quanto riguarda la parte gastronomica, caldarroste, vin brûlé, frittele di mele e i tipici dolci valtellinesi. Per info: www.valtellina.it

Aosta

Al Teatro Romano di Aosta viene costruito un vero villaggio di montagna fatto di alberi di Natale e tante piccole casette di legno dove sono messi in vendita tanti prodotti dell’artigianato della Val d’Aosta e le prelibatezze della gastronomia locale. Ci saranno anche musicisti, pupazzi, giocolieri e tante animazioni. Per info: www.lovevda.it.

Asiago (Vi)

“I giardini di Asiago” vengono chiamati i mercatini di Natale che si svolgono nel celebre altopiano veneto. Nelle due settimane precedenti il Natale, ci si può calare in un’atmosfera fiabesca, con le vie del centro illuminate di luci, addobbate con decorazioni e impreziosite da un sottofondo musicale. Si possono, però, già visitare le casette del mercatino, nelle quali trovare idee regali originali e di pregio, addobbi e assaggi gastronomici come il famoso formaggio Asiago. Per info: www.asiago.it

 

In breve

IN TANTI COMUNI ITALIANI

I mercatini di Natale, nati come tradizione nel 1400 tra la Germania e l’Alsazia, oggi sono diffusi un po’ in tutta Italia. Raccolgono in genere bancarelle con mostra e vendita di artigianato e prodotti eno-gastronomici, il tutto accompagnato da attività e iniziative a tema natalizio.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Vertigini a 13 anni: cosa può essere?
10/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Le vertigini potrebbero essere espressione di un problema che riguarda l'orecchio interno: solo la visita otoneurologica può escluderlo o confermarlo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti