Halloween, la notte delle zucche e dei travestimenti “da paura”!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 30/10/2015 Aggiornato il 30/10/2015

Tra dolci, scherzi e costumi, Halloween può diventare un’occasione per genitori e figli di divertirsi insieme

Halloween, la notte delle zucche e dei travestimenti “da paura”!

Dolcetto o scherzetto? La festa di Halloween, diffusissima in America e in tutti i Paesi anglosassoni, sta sempre più prendendo piede anche da noi. Grandi e piccini vogliono festeggiare organizzando party a tema e andando casa per casa (nella foto Instagram, Liv Tyler con il figlio Sailor ha addobbato l’ingresso di casa per Halloween) per farsi regalare dolciumi (come quelli nella foto Instagram), caramelle e biscotti, magari travestiti da piccoli mostri o fantasmi, quasi fosse un Carnevale alternativo. La ricorrenza prende il nome dall’arcaico All Hallows Eve (letteralmente “la notte di tutti i santi”) e cade nella notte del 31 Ottobre, la vigilia della nostra celebrazione di Ognissanti. Ha origini molto antiche, celtiche o pagane, legate alla fine dell’estate e a superstizioni contadine.

 Dolcetti  Halloween

La notte più paurosa dell’anno

Il simbolo di questa festa è sicuramente la zucca, che con il suo color arancio è un leit motif ricorrente negli addobbi delle case di tutto il mondo. Anche gatti neri e pipistrelli ben rappresentano l’aria dark e un po’ gotica di questa ricorrenza. Nella sue origini celtiche, gli abitanti dei vari villaggi avevano l’abitudine di coprirsi con pelli di animali per simboleggiare gli spiriti e proteggere la gente dalle presenze maligne, ottenendo in cambio cibarie e beveraggi. Questa usanza è stata ripresa successivamente con travestimenti di vario genere, diventando sempre più commerciale. Secondo una ricerca americana i travestimenti più gettonati sia per adulti sia per bambini sono quelli di streghe, fantasmi, vampiri e zombie, ma non mancano di certo pirati, fatine, scheletri e supereroi. Su internet si trovano siti sempre più specializzati dove acquistare costumi (come quello indossato dalla bimba nella foto di Vip Srl) e gadget, così come il web si conferma una miniera d’oro in quanto a idee fai da te per tutte le esigenze.

foto bimba

 

 

 

In breve

UNA FESTA PER TUTTA LA FAMIGLIA

 Invitare gli amici a casa per una festa a tema, travestirsi con cura, preparare dolci scenografici e un po’ macabri, imbandire la tavola con zucche e lumini, creare tanti addobbi con dei lavoretti decorativi, organizzare giochi e scherzi, bussare alle porte dei vicini: sono tanti i modi per divertirsi in compagnia durante questa nottata un po’ matta e indubbiamente magica. Non serve spendere troppi soldi, ma mettere a frutto tutta la propria creatività e aver voglia di stare insieme. In rete ci sono tantissimi tutorial con infinite idee da realizzare, basta solo rimboccarsi le maniche!

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni con attacchi di rabbia: che fare?

04/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Pazienza, comprensione, disponibilità, affetto sono gli ingredienti che aiutano a contrastare le crisi di rabbia di un bimbo di tre anni. Ma comprendere la ragione di certe intemperanze è altrettanto importante.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti