Halloween, la notte delle zucche e dei travestimenti “da paura”!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 30/10/2015 Aggiornato il 30/10/2015

Tra dolci, scherzi e costumi, Halloween può diventare un’occasione per genitori e figli di divertirsi insieme

Halloween, la notte delle zucche e dei travestimenti “da paura”!

Dolcetto o scherzetto? La festa di Halloween, diffusissima in America e in tutti i Paesi anglosassoni, sta sempre più prendendo piede anche da noi. Grandi e piccini vogliono festeggiare organizzando party a tema e andando casa per casa (nella foto Instagram, Liv Tyler con il figlio Sailor ha addobbato l’ingresso di casa per Halloween) per farsi regalare dolciumi (come quelli nella foto Instagram), caramelle e biscotti, magari travestiti da piccoli mostri o fantasmi, quasi fosse un Carnevale alternativo. La ricorrenza prende il nome dall’arcaico All Hallows Eve (letteralmente “la notte di tutti i santi”) e cade nella notte del 31 Ottobre, la vigilia della nostra celebrazione di Ognissanti. Ha origini molto antiche, celtiche o pagane, legate alla fine dell’estate e a superstizioni contadine.

 Dolcetti  Halloween

La notte più paurosa dell’anno

Il simbolo di questa festa è sicuramente la zucca, che con il suo color arancio è un leit motif ricorrente negli addobbi delle case di tutto il mondo. Anche gatti neri e pipistrelli ben rappresentano l’aria dark e un po’ gotica di questa ricorrenza. Nella sue origini celtiche, gli abitanti dei vari villaggi avevano l’abitudine di coprirsi con pelli di animali per simboleggiare gli spiriti e proteggere la gente dalle presenze maligne, ottenendo in cambio cibarie e beveraggi. Questa usanza è stata ripresa successivamente con travestimenti di vario genere, diventando sempre più commerciale. Secondo una ricerca americana i travestimenti più gettonati sia per adulti sia per bambini sono quelli di streghe, fantasmi, vampiri e zombie, ma non mancano di certo pirati, fatine, scheletri e supereroi. Su internet si trovano siti sempre più specializzati dove acquistare costumi (come quello indossato dalla bimba nella foto di Vip Srl) e gadget, così come il web si conferma una miniera d’oro in quanto a idee fai da te per tutte le esigenze.

foto bimba

 

 

 

 
 
 

In breve

UNA FESTA PER TUTTA LA FAMIGLIA

 Invitare gli amici a casa per una festa a tema, travestirsi con cura, preparare dolci scenografici e un po’ macabri, imbandire la tavola con zucche e lumini, creare tanti addobbi con dei lavoretti decorativi, organizzare giochi e scherzi, bussare alle porte dei vicini: sono tanti i modi per divertirsi in compagnia durante questa nottata un po’ matta e indubbiamente magica. Non serve spendere troppi soldi, ma mettere a frutto tutta la propria creatività e aver voglia di stare insieme. In rete ci sono tantissimi tutorial con infinite idee da realizzare, basta solo rimboccarsi le maniche!

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Utero setto: operare o no prima di una gravidanza?

17/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

La tendenza di oggi è di non intervenire sempre e comunque in caso di utero setto, ma solo in determinate condizioni.  »

Gravidanza e dubbi sulla vitamina D

17/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vitamina D, anche se assunta in dosi superiori al fabbisogno, non provoca danni al feto.   »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti