Oro e argento per il trucco delle feste

Patrizia Masini
A cura di Patrizia Masini
Pubblicato il 24/12/2018 Aggiornato il 31/12/2018

Capodanno e non solo. Quando si parla di trucco delle feste servono colori che ricordano i metalli preziosi, che scintillano e illuminano. Ecco come eseguire un make up perfetto  

Oro e argento per il trucco delle feste

In questi giorni di festa anche il make up cambia, diventando più importante e scintillante. Per il trucco delle feste non si sbaglia se si usano l’oro e l’argento, colori top per cenoni e ritrovi di questo periodo. Ma attenzione: ogni carnagione ha le sue tinte privilegiate e gli accostamenti di colore cambiano in base alla propria tipologia. Seguendo le istruzioni qui di seguito, non si sbaglierà trucco ma anzi si evidenzieranno i propri punti forte. Provare per credere!

Per le bionde ORO per brillare come stelle

Bronzo, rame e oro antico. I colori per eccellenza del trucco delle sera di festa esaltano la pelle ambrata e i capelli chiari. Si possono scegliere in versione ombretto per realizzare degli smoky eye dal tocco delicato abbinandoli con il nero per sottolineare con intensità e profondità gli occhi. Accanto agli ombretti, da stendere sempre dopo aver applicato un velo di cipria che tampona sebo e sudore garantendo tenuta al colore, si possono scegliere le matite e gli eye-liner dorati che delineano gli occhi con precisione e aggiungono sensualità allo sguardo. Meglio non tracciare però la riga sulle palpebre “nude” ma dopo aver applicato una polvere in un tono chiaro leggermente scintillante. Le matite si possono sfumare con un pennellino dopo l’applicazione, se si preferisce un trucco più morbido. Sulla pelle un velo di una polvere illuminante dorata dà luce e valorizza il make up con una sofisticata nota metallica minimizzando il grigiore e risvegliando lo splendore dell’incarnato. Sfumata a piccoli tocchi nella parte interna dell’occhio e appena sotto le sopracciglia, rende luccicante lo sguardo, mentre applicata sopra il rossetto, meglio se di un colore vivo, impreziosisce le labbra con una scia cristallizzata.

Per le more ARGENTO per fare scintille

L’argento e il bianco perla, altri toni classici del trucco nelle sere di festa, danno luce alla pelle calda delle more e delle castane. Gli ombretti e le matite dai bagliori metallici regalano intensità e luminosità agli occhi scuri soprattutto se vengono abbinati con altri colori freddi come il viola, il malva, il blu notte oppure il glicine. Di rigore completare il make up degli occhi con un tratto di eyeliner glitterato e una passata generosa di mascara nero che sottolinea le ciglia e le rende importanti. Chi vuole osare un mascara argentato può metterlo ma solo sulle punte perché l’effetto finale non sembri esagerato. Le polveri illuminanti argentate si applicano invece a piccoli tocchi sul viso e sui punti lasciati scoperti dalle scollature come il décolleté e la schiena per farli brillare. Sulla bocca l’effetto più sorprendente si ottiene stendendo un rossetto rosso ciliegia e aggiungendo un tocco di gloss argentato al centro delle labbra che diventano così più piene e voluminose. 

 
 
 

ATTENZIONE

NON DIMENTICARE ABITI E ACCONCIATURE

Per far scintille nei giorni di festa non basta puntare sul make up. Meritano attenzione anche la scelta dell’abito e quella della pettinatura.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti