Giornata dei calzini spaiati: cos’è e perché è importante celebrarla

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 31/01/2024 Aggiornato il 01/02/2024

La Giornata dei calzini spaiati, che cade il primo venerdì di febbraio, celebra l’inclusività attraverso il gioco, ricordando ai piccoli, e non solo, che essere diversi vuol dire anche essere unici e un po’ speciali. Vediamo di cosa si tratta e perché è importante celebrarla insieme ai bambini.

Giornata dei calzini spaiati: cos’è e perché è importante celebrarla

Un calzino rosso e uno verde, uno a fiori e l’altro a pois. Il 2 di febbraio, come ogni primo venerdì del mese di febbraio da qui a dieci anni, si celebra la Giornata dei calzini spaiati, un appuntamento che coinvolge i piccoli dell’asilo, i bimbi delle elementari ma anche mamme, papà e persino qualche austero professionista in giacca e cravatta, invitandoli ad indossare un paio di calzini diversi tra loro. Un modo per testimoniare che tutti, sia pur diversi, siamo uguali, speciali e unici. Vediamo quindi insieme cosa è questo appuntamento festoso e perché è importante celebrarlo. Magari anche leggendo insieme un libro.

Come nasce la giornata dei calzini spaiati

L’idea parte nell’ormai lontano 2013 e nasce nella mente di Sabrina Flapp, docente di sostegno in una scuola primaria del Friuli, con il proposito di celebrare in un modo semplice, immediato ma molto efficace la diversità e l’unicità, l’inclusività e l’accettazione dell’altro. L’ispirazione viene da personaggi come Pippi Calzelunghe e soprattutto da Patch Adams, l’inventore della terapia del sorriso nelle corsie degli ospedali, che ha fatto della sua stravaganza e della sua simpatia una vera e propria strategia a supporto degli altri, in particolare dei più piccoli che si trovano ad attraversare un momento difficile della loro vita. A Sabrina si sono unite poi Giulia Zoratto, Clara Zaghis, Edy Lovisetto, Silvia Blazina, tutte dell’Associazione VipFriulClaun Odv che, quasi per gioco, hanno deciso di indossare nelle corsie degli ospedali dove entravano come volontarie, un paio di calzini spaiati per testimoniare la bellezza dell’essere colorati, unici, amanti della vita. I social hanno fatto il resto, trasformando un’iniziativa locale in un evento di portata nazionale che ogni primo venerdì di febbraio (non si è scelta volutamente una data fissa che potrebbe cadere di sabato o di domenica quando i bambini non vanno a scuola) coinvolge bambini e adulti in un progetto che vuole, nella sua semplicità, dare il senso concreto che esiste una comunità capace, con il sorriso, di rispettare e difendere l’unicità di ogni suo membro.

Perché è importante festeggiarla

La Giornata dei calzini spaiati va vissuta ovviamente come un gioco: piccoli e grandi, mamme, papà, nonni, maestre e chiunque lo desideri può sbizzarrirsi a indossare ai piedi quello che desidera. Ma quello che conta è che i piccoli capiscano il significato di questo gesto: i calzini sono sempre calzini, non perdono la loro identità anche se sono diversi. Ed essere spaiati per loro non vuol dire essere tristi per aver perso un compagno uguale a loro, ma felici per averne trovato uno diverso ma altrettanto simpatico. Così succede anche per le persone che non perdono la loro dignità e il loro valore se sono diverse. Perché la diversità serve a rafforzare la loro unicità. Un messaggio per far capire ai piccoli che si può essere amici di tutti, anche di chi si vede come “diverso” perché è disabile o autistico, ha un colore di pelle differente, arriva da un altro paese o parla un’altra lingua. Concetti difficili che indossare calzini spaiati porta all’immediatezza, ma che necessitano comunque della mediazione dell’adulto. Per i più piccoli, infatti, mettersi due calzini diversi resta solo un gioco se i grandi non li preparano adeguatamente, a scuola come a casa, con giochi, letture, racconti, disegni, perché possano capire il senso profondo dell’iniziativa e l’importanza di testimoniare, anche attraverso un gesto, un valore fondamentale come quello dell’inclusività. 

Cosa fare con i bambini per la giornata dei calzini spaiati

Oltre a indossare i calzini spaiati, i bimbi possono fare una foto dei propri piedi o di quelli di mamma e papà e condividerla sul profilo Facebook o Instagram dei genitori usando l’hashtag
#calzinispaiati2024. Per preparare i piccoli alla Giornata dei calzini spaiati ci si può divertire recitando insieme la Filastrocca dei Calzini Spaiati di Mimmo Mòllica

Sarà il figlio sbagliato,
il calzino spaiato?
Non si trova il fratello,
chi dei due è più monello?
Ma non siamo sbagliati,
siamo solo «spaiati»,
che non vuol dire persi,
ma soltanto «diversi».
Ed in fondo noi siamo fratelli,
non è detto che siamo gemelli,
non c’è uno più scaltro,
non siam fatti l’uno per l’altro,
o come dice qualcuno
non siam fatti l’altro per l’uno.
Pure Tizio con Caio
formavano un «paio»,
e non si sono mai persi,
son rimasti soltanto diversi.

I calzini poi possono diventare protagonisti di moltissimi giochi, trasformandosi ad esempio in burattini da muovere con le mani oppure in sagome colorate e ritagliate con cui creare cartelloni da appendere.

Per celebrare la Giornata dei calzini spaiati quest’anno si può anche leggere insieme ai piccoli il libro appena uscito e scritto dalle cinque ideatrici dell’evento. Si intitola “Una giornata straordinaria per i calzini spaiati” e racconta la storia di Pindu, Cico, Yu, Sbru e Colory, cinque teneri calzini spaiati, tutti diversi e per questo speciali. C’è qualcuno, però, che non ama i colori: è il signor Scolorito che li cattura per renderli grigi quanto lui. Ma per superare le difficoltà bisogna sempre restare uniti e questo i calzini spaiati lo sanno bene.

In copertina foto di Michela Wright via Unsplash.com

Giornata dei calzini spaiati- il video di TikTok

Guarda il nostro video di TikTok sulla giornata dei calzini spaiati: cos’è, il suo significato e cosa vuole insegnare ai bambini. 

 
@bimbisaniebelli.it Giornata dei calzini spaiati: di cosa si tratta e qual è il messaggio da insegnare ai bambini? Scoprilo con noi in questo video! #giornatadeicalzinispaiati #giornatadeicalzinispaiati2024 #2febbraio #bambini #autismo #diversità #scuola #differenze #unicità #bimbisaniebelli ♬ suono originale - BimbisanieBelli.it
 
 
 

In breve

La giornata dei calzini spaiati, che quest’anno cade il 2 febbraio, celebra la diversità, l’unicità e l’inclusività attraverso un gesto semplice come quello di indossare un paio di calzini diversi tra loro. Un gioco divertente che per essere compreso fino in fondo nel suo valore dai più piccoli ha bisogno di essere preparato dagli adulti con attività da fare a casa e a scuola come letture, disegni, giochi, cartelloni.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti