Oggi è la festa dei nonni, ma festeggiamoli sempre!

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 02/10/2020 Aggiornato il 16/11/2023

Il 2 ottobre 2020 è giusto festeggiare i nonni. Ma è bene ricordarsi di loro anche nel resto dell’anno e anche quando non “servono”

Oggi è la festa dei nonni, ma festeggiamoli sempre!

Venerdì 2 ottobre si celebra in tutta Italia la festa dei nonni. Si tratta di una ricorrenza speciale, che in genere i nipoti attendono con ansia, preparando lavoretti creativi e canzoncine a tema. È giusto dedicare ai più anziani di casa una coccola particolare per la loro giornata, ma sarebbe importante riconoscere il loro ruolo così prezioso per la famiglia anche nel resto dell’anno.

Sono un pilastro per molte famiglie

 I nonni sono un vero e proprio pilastro per molte famiglie italiane. La conferma arriva anche dall’ultima ricerca di Doxa, secondo cui il 74% degli anziani genitori d’Italia aiuta i propri figli nella cura dei nipoti in maniera sistematica. In media, i nonni trascorrono cinque ore al giorno con bambini e ragazzi, prendendosi cura di loro, accompagnandoli a scuola e alle varie attività extrascolastiche e preparando loro i pasti. Nell’80% dei casi hanno anche un ruolo educativo. E non è finita qui. Molti nonni aiutano i figli pure con la gestione della casa, con la spesa e con varie faccende, come il pagamento delle bollette o piccoli lavoretti (per esempio, in giardino). C’è perfino chi cucina per l’intera famiglia.

Offrono anche un sostegno psicologico

I nonni non offrono solo un grande sostegno pratico nella gestione e organizzazione della giornata. Sono anche imbattili compagni di gioco, grandi complici, forti spalle su cui piangere, fonti inesauribili di storie e aneddoti. Le famiglie che possono contare sulla presenza dei nonni, dunque, dispongono di un vero e proprio tesoro.

Un valore da non dimenticare mai

Per tutte queste ragioni, è giusto che i nonni abbiano la loro festa, durante la quale essere festeggiati e coccolati. Ma sarebbe bene ricordarsi di loro e di quanto valgono anche in tutti gli altri giorni dell’anno e anche quando non servono. I più anziani di casa rappresentano una “merce preziosa” anche quando non possono o non riescono a offrire un aiuto concreto alla famiglia: il solo fatto di averli accanto, di poter godere del loro affetto e della loro presenza, di avere uno scambio costruttivo è un grandissimo privilegio per figli e nipoti.  

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Non è un caso che la festa dei nonni venga celebrata il 2 ottobre, il giorno in cui la Chiesa Cattolica ricorda i santi angeli custodi. Per le famiglie, infatti, sono dei veri e propri protettori.

 

Fonti / Bibliografia

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti