Aprono in autunno gli ambulatori per i problemi sessuali di coppia

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 09/09/2013 Aggiornato il 09/09/2013

16 milioni di italiani soffrono di problemi sessuali di coppia. Per aiutarli arrivano gli ambulatori dedicati

Aprono in autunno gli ambulatori per i problemi sessuali di coppia

I problemi sessuali rischiano di minare la serenità e la stabilità della coppia, con diverse conseguenze. Per questo, arrivano gli ambulatori dedicati. Si tratta di un’iniziativa, per ora l’unica in Italia e tra le prime al mondo, promossa dalla Società italiana di urologia (Siu) e dall’Associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi).

Un intervento per entrambi i partner

Secondo gli esperti, circa 16 milioni di italiani soffrono di problemi sessuali di coppia. Ovviamente, a risentirne non è solo il diretto interessato, ma anche la vita intima del partner, tanto che spesso si rischia una rottura. Ecco perché, per risolverli, è necessario un intervento che coinvolga entrambi i membri della coppia.

L’aiuto di ginecologi e urologi

Dall’autunno per chi soffre di problemi sessuali di coppia sarà più facile ritrovare il benessere. Infatti, saranno inaugurati i “Dipartimenti della salute sessuale per la coppia”, ambulatori in cui ginecologi e urologi aiuteranno insieme le coppie in difficoltà. Il primo di questi ambulatori sarà aperto a Napoli. Entro la fine dell’anno ne saranno inaugurati altri tre a Milano, Roma e Palermo.

Gravidanza e post parto sono momenti a rischio

I problemi sessuali possono essere di vario tipo. In genere, comunque, è coinvolta sia la sfera psichica sia quella fisica. I più comuni sono disfunzione erettile ed eiaculazione precoce nell’uomo e mancanza di desiderio, scarsa lubrificazione e dolori agli organi genitali nella donna. La gravidanza e il post parto sono periodi particolarmente delicati da questo punto di vista. Avere rapporti mentre si aspetta un bambino e riscoprire il sesso dopo il suo arrivo non è sempre facile. Nella maggior parte dei casi, non si riesce a risolvere le difficoltà intime da soli. Serve l’intervento di un esperto che aiuti ad analizzare la situazione, individuando le cause e aiutando a trovare le soluzioni più idonee.

 

In breve

NON SOTTOVALUTARE I CAMPANELLI D'ALLARME

I problemi sessuali non vanno sottovalutati. Infatti, una vita intima poco appagante può creare insoddisfazione e portare alla rottura della coppia. I nuovi ambulatori vogliono scongiurare proprio questo pericolo. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Ureaplasma urealyticum : che fare quando si scopre l’infezione?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

L'ureaplasma urealyticum una volta scoperto deve necessriamente essere curato con l'antibiotico. La terapia deve essere affrontata da entrambi i partner, anche s euno dei due non ha sintomi, per evitare l'effetto "ping pong", ossia di continuare a contagiarsi a vicenda.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti