Disfunzione erettile: meno rischi con vita sana

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/10/2017 Aggiornato il 10/10/2017

Stile di vita sano e piccole attenzioni aiutano a migliorare la sfera sessuale contrastando la disfunzione erettile

Disfunzione erettile: meno rischi con vita sana

La disfunzione erettile è un problema che può interessare l’uomo in ogni fase della vita. Uno studio dell’università di Harvard rivela ora tutta una serie di rimedi rigorosamente naturali per contrastare, limitare e prevenire questo disturbo molto diffuso, ma spesso taciuto per vergogna. In Italia, per esempio, un uomo su 10 ne soffre con manifestazioni già a partire dai 18 anni.

Alimentazione e sport

Uno stile di vita sano è senza dubbio il primo passo per scongiurare la disfunzione erettile. Secondo i ricercatori di Harvard alimenti come frutta, verdura, cereali integrali e pesce ricoprono un ruolo preventivo fondamentale. Importanti anche alimenti come formaggi e uova, ricchi di vitamina D. Nei soggetti che presentano una carenza di questa vitamina, infatti, l’incidenza del problema è superiore del 30% .

Alt ai fattori di rischio

Tra i fattori di rischio, rientrano sicuramente alcol, fumo, una vita sedentaria e una cattiva alimentazione, nonché l’obesità. Limitare o, meglio, eliminare queste pessime abitudini dalla proprio vita allontana, dunque, il rischio di disfunzione erettile. Secondo i ricercatori di Harvard sarebbe sufficiente camminare mezz’ora al giorno per ridurre di ben il 40%. il rischio di incorrere in disfunzione erettile. Anche tenere sotto controllo la glicemia e la pressione può evitare il problema. Ipertensione e diabete sono, infatti, tra le prime cause di questo disturbo.

 

 

 
 
 

Da sapere!

La disfunzione erettile può rappresentare un campanello d’allarme per problemi ben più gravi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti