Flop a letto: il 40% per lo stress

Lorenzo Marsili A cura di Lorenzo Marsili Pubblicato il 25/01/2018 Aggiornato il 10/08/2018

Non solo mal di testa o gastrite, lo stress può avere pesanti ricadute anche sull’intimità di coppia, moltiplicando i flop a letto

Flop a letto: il 40% per lo stress

Gli uomini risentono oltremodo delle brutte figure tra le lenzuola. Soprattutto per i più giovani, è sufficiente un flop a letto per far precipitare le sicurezze e provocare sfiducia in grado di causare nuovi episodi di disfunzione erettile, anche senza alcun reale problema organico. È quanto afferma Franco Avenia, presidente dell’Airs (associazione italiana per la ricerca in sessuologia) e segretario generale della Società italiana di chirurgia genitale maschile.

Ansia da prestazione e paura

Ben quattro casi su dieci di flop a letto sono riconducibili a cause psicogene. Tra esse si ascrive un eccessivo stress derivato, per esempio, da ansia da prestazione. Se non gestita al meglio, questa tensione può dar vita a un vero e proprio circuito della paura che inficia la vita sessuale. Con i primi rapporti consumati sempre più presto, si tratta di un’evenienza non così rara tra i giovani. I ragazzi vanno, così, spesso incontro a tensioni e preoccupazioni che rischiano di mandarli in crisi.

Uomini sempre più insicuri

Il circuito della paura innescato da un flop e letto mina le sicurezze degli uomini. L’esperienza negativa si fissa nella memoria emotiva, lavorando anche inconsciamente sulla psiche. Ecco perché lo stress rientra così tra le maggiori cause di disfunzione erettile. Di fronte a questo tipo di défaillance, gli uomini possono iniziare a interrogarsi circa il proprio stato di salute e ingigantire un problema che, nella maggior parte dei casi, è principalmente mentale.

Come superare le paure

Per liberarsi delle insicurezze può essere sufficiente una prestazione soddisfacente, in grado di restituire fiducia. In ogni caso, è buona norma fare presente dubbi e preoccupazioni a uno specialista o anche al proprio medico di famiglia. Grazie al supporto medico, infatti, è possibile affrontare al meglio il problema e lasciarselo alle spalle il prima possibile. In determinate circostanze, il lavoro congiunto di un sessuologo e di un andrologo aiuta l’uomo a liberarsi dallo stress e riappropriarsi della propria vita sessuale.

 

 

 
 
 

Da sapere!

In base al problema, lo specialista può prescrivere farmaci anti-impotenza utili a livello sia fisico sia psicologico, oppure avviare l’uomo a pratiche anti-stress e di relax che permettono di superare le paure inconsce che causano la disfunzione erettile.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti