Intimità di coppia migliora se i lavori di casa sono condivisi

Laura Raimondi
A cura di Laura Raimondi
Pubblicato il 08/03/2019 Aggiornato il 08/03/2019

Nel giorno della festa della donna vale la pena ricordare che ancora oggi quasi tutte le incombenze domestiche ricadono sulle spalle delle donne. Se, però, gli uomini si dessero più da fare in casa scoprirebbero che...

Intimità di coppia migliora se i lavori di casa sono condivisi

Pulire casa insieme può migliorare i rapporti a letto? Pare proprio di sì. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “Social Forces” del Dipartimento di Sociologia dell’università del North Carolina e Chapel Hill (Usa), secondo cui un’equa suddivisione delle faccende domestiche sarebbe salutare per l’ intimità di coppia

Più di 1.000 coppie monitorate

I ricercatori hanno preso in esame per due anni 1.100 coppie. Il 57% delle donne lavorava full time e si impegnava nei lavori di casa più del doppio del tempo dedicato dagli uomini, mettendo in evidenza la disparità uomo-donna, sebbene il rapporto sia migliorato rispetto agli anni 60. Ma più delle statistiche, la vera sorpresa è il dato psicologico: la parità nelle faccende domestiche è proporzionale al benessere dell’ intimità di coppia.

La parità in casa aiuta la libido

Secondo gli esperti ripartire il carico di lavoro a casa elimina il sentimento d’ingiustizia che corrode i rapporti. Inoltre, dividersi i compiti favorisce l’ottimizzazione del tempo non solo individuale ma anche di coppia. 
Come spiega, infatti, Anne Barret, autrice dello studio, “quando la ripartizione dei compiti è ingiusta verso le donne, la soddisfazione sessuale si riduce, in una scala da 0 a 10, di un punto e mezzo in tutti e due i partner”. Un rapporto paritario, al contrario, accende il desiderio.

 

 

 
 
 

Da sapere!

In Italia gli uomini hanno 70 minuti di tempo libero in più al giorno rispetto alle donne, per via di una disparità nella suddivisione dei compiti casalinghi.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti