La cura del sesso contro ictus e infarto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/04/2016 Aggiornato il 11/04/2016

Fare sesso tre volte alla settimana sarebbe un’ottima prevenzione per malattie come ictus e infarto. Ecco perché

La cura del sesso contro ictus e infarto

La prevenzione di ictus e infarto passa anche dalla felicità sessuale? Pare proprio di sì, secondo alcuni recenti studi. Infatti, il sesso sarebbe, infatti, un’ottima prevenzione. Ma non solo.

Una vera e propria terapia

La ricerca che conferma il ruolo del sesso nella prevenzione di infarti e ictus, ha preso in considerazione un folto gruppo di donne: circa 30.000. Si è così scoperto che fare l’amore provocherebbe una serie di conseguenze benefiche non solo dal punto di vista emotivo, ma proprio dal lato prettamente salutistico. Infatti, il sesso aiuterebbe a sviluppare alcuni importanti anticorpi. Fare l’amore indurrebbe, infatti, l’organismo a produrre emoglobina. Quest’ultima è un potente anticorpo attivo contro le infezioni virali, tra cui influenza e raffreddore.

Stimolate serotonina e ossitocina

Perlomeno, questo è quanto afferma il ricercatore e psicologo americano Gallup, autore dello studio. Inoltre, la ricerca conferma che rapporti sessuali frequenti e intensi sarebbero un’ottima prevenzione persino contro la depressione grazie alla produzione di serotonina e ossitocina, sostanze naturali e precursori della felicità e del relax. Il sesso permette, infatti, di sviluppare alcuni ormoni protettivi nei confronti di patologie importanti che colpiscono sia le donne sia gli uomini.

Almeno tre volte alla settimana

Fare sesso è anche una vera e propria attività fisica, con tutti i benefici a essa connessi. Ma perché fare l’amore porti vantaggi notevoli della salute, la frequenza dei rapporti dovrebbe essere abbastanza elevata e costante. Si parla, infatti, di tre volte alla settimana.

 

 

 
 
 

In breve

VANTAGGI ANCHE PER LUI

Il sesso come elisir di lunga vita? Pare proprio di sì. Soprattutto per gli uomini, fare spesso l’amore aumenterebbe la longevità e la protezione contro problemi di tipo cardiovascolare e malattie neurodegenerative.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimba di due anni che al nido non mangia nulla

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Può capitare che un bambino si rifiuti di mangiare al nido. Ma è solo questione di tempo: a mano a mano che impara ad accettare di buon grado il distacco, perché comprende che la mamma torna sempre, tutto si risolve.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti