Pillole dell’amore: 6 uomini su 10 scelgono il fai-da-te

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 01/06/2017 Aggiornato il 01/06/2017

Tra gli uomini che usano le pillole dell'amore senza parere medico, il 38% mostra segni lievi o moderati di disfunzione erettile e il 12% un problema severo

Pillole dell’amore: 6 uomini su 10 scelgono il fai-da-te

Disfunzione erettile: su 10 uomini che hanno a che fare con questo disturbo sessuale solo 4 possono essere ricondotti nella categoria di “pazienti” costantemente sotto controllo medico. I rimanenti, ben 6 uomini su 10, utilizzano contro questa disfunzione i cosiddetti rimedi “fai da te”, acquistando e assumendo le pillole dell’amore senza  aver avuto una diagnosi né, in molti casi, una prescrizione da parte del medico. I dati emergono da uno studio condotto su circa mille uomini che utilizzano questi farmaci in sette Paesi europei, Italia compresa, presentato al Congresso dell’European Association of Urology (Eau).

Boom di vendite online

Nell’ultimo anno in Europa sono state vendute circa 180 milioni pillole dell’amore; di queste oltre 100 milioni sono state acquistate senza ricetta, online e non solo: circa 3 milioni e mezzo, infatti, sono state reperite nei sexy shop. Come spiega  Emmanuele Jannini, specialista in endocrinologia, malattie metaboliche e andrologia dell’Università di Roma Tor Vergata, gli uomini che usano le pillole per migliorare le prestazioni sotto le lenzuola oppure percepiscono la presenza di qualche piccola o grande difficoltà, ma non ne vogliono parlare al medico vengono definiti “performer”: un gruppo di soggetti che andrebbe tenuto sotto controllo perché – precisa Jannini – soltanto l’11% dei cosiddetti “performer” è realmente privo di disturbi erettili”.

Importante parlare con il medico

Tra gli uomini che utilizzano i farmaci anti-impotenza senza consultarsi con il medico “il 38% a un’analisi più approfondita presenta segni lievi o moderati di disfunzione erettile e il 12% addirittura un problema di grado severo”, spiega Jannini. “Questi soggetti provano a curarsi da soli per l’imbarazzo di discutere le loro difficoltà con un medico, ma i dati mostrano che la soddisfazione e i risultati ottenuti con il trattamento fai da te sono inferiori alle attese rispetto a chi viene seguito da un esperto che possa individuare il principio attivo più adatto al singolo caso e stilare un piano terapeutico adeguato”.

 

 

 

 
 
 

In breve

TANTI I RISCHI DELL’AUTOMEDICAZIONE

Le conseguenze del “fai da te” possono essere anche gravi: nelle pillole dell’amore acquistate in altri canali al di fuori della farmacia, infatti, possono essere presenti impurità, elementi tossici o dosaggi sbagliati che incrementano il pericolo di eventi avversi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti