i.Con… e il preservativo diventa high-tech

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/05/2017 Aggiornato il 07/10/2020

Ti sei mai chiesto quante calorie si bruciano durante un rapporto sessuale? Quale sia la durata media di una prestazione? Quali siano le tue posizioni preferite? i.Con ha una risposta a tutte queste domande

i.Con… e il preservativo diventa high-tech

Sviluppato dalla British Condoms, un’azienda specializzata in metodi contraccettivi maschili, i.Con – questo è il nome del dispositivo – registra dati come la quantità di calorie bruciate durante un rapporto sessuale, la velocità, la frequenza, la temperatura dell’epidermide, il numero di ripetizioni e così via.

A letto come in palestra

Durante le sessioni di allenamento in palestra sempre più sportivi indossano dispositivi in grado di tenere traccia delle prestazioni. Monitorare le proprie performance permette di “settare” nuovi traguardi, valutare l’evoluzione dei propri allenamenti e correggere eventuali errori. Con i-Con sarà possibile fare lo stesso con la propria attività sessuale, il tutto in modo semplice, anonimo, sicuro e confortevole.

Come funziona

i.Con è un dispositivo a forma di anello alla cui base viene inserito il preservativo. Grazie a un nano-chip e a dei sensori, registra i diversi parametri riguardanti l’attività sessuale e li invia a una app per smartphone dedicata. Dall’app, completamente anonima, sarà poi possibile valutare le proprie prestazioni e imparare a conoscere meglio le proprie abitudini sessuali. Il dispositivo ha un’autonomia di 6-8 ore ed è dotato di porta micro-usb per la ricarica.

Mai più “incidenti”

Stando a quanto riportato dal produttore, i.Con migliorerebbe anche la sicurezza dei rapporti, bloccando il preservativo e impedendo che questo possa scivolare via durante il rapporto. Grazie a una tecnologia a laccio, l’anello si adatta alle dimensioni di chi lo indossa, permettendo il massimo comfort e la minima invadenza, per chi lo veste così come per la partner.

Anche contro le infezione sessuali

Gli sviluppatori sono ora al lavoro per dotare i.Con di una funzionalità estremamente importante cche dovrebbe essere in grado di rivelare eventuali infezioni sessualmente trasmissibili, permettendo di scongiurare contagi e rendere il sesso nel complesso più sicuro e, contemporaneamente, più piacevole. Una funzionalità che per gli uomini potrebbe rappresentare un ottimo stimolo a indossare con maggiore regolarità il preservativo. i.Con sarà in vendita nel 2017, ma per ora è possibile preordinare il dispositivo alla cifra di 59.99 sterline (poco più di 70 euro).

 

 

 
 
 

da sapere!

i.Con si ricarica come uno smartphone in circa un’ora. È resistente all’acqua ed è possibile lavarlo senza grossi problemi. Si adatta a qualunque preservativo e non presenta controindicazioni.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio dopo l’ecografia: il bimbo potrebbe essere basso di statura?

15/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

I fattori che determinano la crescita durante la vita intrauterina sono diversi da quelli che la influenzano dopo la nascita: un bambino che viene alla luce di due chili potrebbe, da adulto, tranquillamente arrivare ai 190 centimetri di statura, un neonato di 4 chili potrebbe non superare i 170 centimetri....  »

Lievissime perdite di sangue a inizio gravidanza: c’è da spaventarsi?

12/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un lieve sanguinamento nel primo periodo della gravidanza può non essere significativo e questo vale soprattutto se l'ecografia accerta la presenza, in normale evoluzione, della camera gestazionale e dell'embrione.  »

Psicofarmaci in gravidanza: è giusto sospenderli?

05/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'impiego degli SSRI è compatibile con lo stato di gravidanza e non espone a particolari rischi, mentre può essere pericoloso sospenderli o anche solo diminuirne il dosaggio rispetto a quello necessario per controllare il disturbo dell'umore.   »

Piccolissimo con diagnosi di reflusso: che fare?

31/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

Non bisogna immediatamente giungere alla conclusione che il rigurgito del latte dopo le poppate, frequentissimo nei primissimi mesi di vita, sia segno di una patologia. Molto più spesso è solo l'espressione di un'immaturità dei meccanismi che impediscono ai liquidi di risalire dallo stomano all'esofago,...  »

Gravidanza che sta durando più di 40 settimane: perché?

29/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Una durata della gravidanza compresa tra le 38 e le 42 settimane rientra nella normalità. A influenzare la lunghezza della gravidanza è anche la familiarità.  »

Fai la tua domanda agli specialisti