Sesso: chi ha la pancetta lo fa meglio

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/10/2015 Aggiornato il 27/10/2015

Gli uomini con un po’ di pancetta soffrirebbero in misura minore di eiaculazione precoce rispetto ai maschi normopeso

Sesso: chi ha la pancetta lo fa meglio

Chi l’ha detto che qualche chilo di troppo e la classica pancetta sono nemici, oltre che dell’estetica, anche della salute e del benessere? Negli uomini le maniglie dell’amore potrebbero avere risvolti positivi inaspettati. Addirittura migliorerebbero la vita sessuale.

I chili di troppo aumentano la resistenza

I giornalisti inglesi sono giunti alla conclusione che la pancetta è amica del sesso analizzando una serie di studi condotti in materia. Esaminando i vari dati, si è visto infatti che i chili di troppo localizzati a livello dell’addome riescono a ritardare di qualche minuto l’eiaculazione, aiutando a contrastare un disturbo sempre più diffuso e temuto dai maschi di tutte le età: l’eiaculazione precoce. Più precisamente, è emerso che gli uomini che presentano un accumulo adiposo a livello dell’addome hanno una maggiore resistenza sessuale: in media, in ogni rapporto, “durano” 7,3 minuti in più rispetto ai soggetti normopeso. Chi ha un peso nella norma, invece, non solo avrebbe una resistenza inferiore, ma sarebbe anche più soggetto all’eiaculazione precoce vera e propria.

Questione di ormoni

La ragione di questo effetto protettivo sulla sessualità? Sembra che il tessuto adiposo addominale contenga una buona quantità di estradiolo, ormoni sessuale prettamente femminile, contenuto in base quantità anche nel corpo maschile. Ebbene, questa sostanza è capace di ritardare l’orgasmo e, dunque, l’eiaculazione dell’uomo.

Il sovrappeso non va sottovalutato

Gli autori hanno concluso che una lieve pancetta può anche essere benefica. Questo non significa, però, che il sovrappeso non vada più temuto. Se gli accumuli di adipe a livello addominale corrispondono a un paio di chili in più rispetto al proprio peso forma, non è il caso di allarmarsi, anzi si potrebbe anche riscontare qualche risvolto positivo sulla vita sessuale. Questo, invece, il sovrappeso  è più marcato non va sottovalutato perché può esporre l’organismo a una serie di conseguenze molto negative, a tutte le età.

 

 

 
 
 

In breve

ANCHE ALTRI VANTAGGI

La pancetta non favorirebbe solo la sessualità. Negli uomini aiuterebbe anche a diminuire il rischio di artrite reumatoide e demenza. Inoltre, rafforzerebbe il sistema immunitario e renderebbe più veloce la convalescenza.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti