Sesso in inverno: 5 buoni motivi per farlo

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 15/01/2018 Aggiornato il 31/07/2018

Il sesso in inverno sembra portare importanti benefici alla salute della coppia. Meglio allora non andare in letargo…

Sesso in inverno: 5 buoni motivi per farlo

Anche le stagioni incidono sul desiderio sessuale : durante l’inverno la voglia di fare sesso decresce anche perché la diminuzione delle ore di luce ha un impatto significativo sull’umore; in primavera ed estate il sole e la vita all’aria aperta stimolano la produzione di serotonina, una sorta di anti depressivo naturale. Ma non solo. Anche i livelli di testosterone, un ormone legato al desiderio sessuale, tendono a calare durante la stagione fredda, predisponendo meno ai rapporti intimi. Eppure, il sesso in inverno fa bene alla coppia e la rinvigorisce.

I benefici del sesso in inverno

– Potenzia il sistema immunitario, prevenendo raffreddore e influenza: stimola infatti la produzione di anticorpi.

– Tiene a bada il colesterolo: pare, infatti, che farlo frequentemente aiuti a contrastare quello “cattivo”.

– Mantiene in forma: con un rapporto sessuale si bruciano circa 200 calorie, l’equivalente di una ventina di minuti sulla cyclette.

– Rallenta l’invecchiamento: per avere una pelle più giovane e luminosa, pare sia sufficiente fare sesso per almeno 3 giorni alla settimana. Anche i capelli ne beneficeranno.

– Evita l’insonnia: aiuta il corpo a rilassarsi e ad avere una migliore qualità del sonno. Persino lievi disturbi del sonno vengono alleviati dal sesso, grazie alla dopamina che viene rilasciata dal corpo durante l’orgasmo.

Usare i sensi per stimolare il desiderio

Per trarre I vantaggi maggiori dal sesso in inverno è importante imparare a piacersi e trasmetterlo al partner. Piacersi, infatti, è un ottimo afrodisiaco. E se ci si piace davvero lo si comunica a chi ci sta accanto. L’attivazione dei sensi è fondamentale durante un rapporto sessuale. Bisogna imparare a giocare con profumi, sapori e aromi. Anche se tendenzialmente, uomini e donne hanno preferenze diverse. Gli uomini sono molto appagati dalla vista: per mantenere forte l’eccitazione hanno, infatti, bisogno di vedere. Le donne, invece, hanno molto sviluppata la parte uditiva. Quindi sentire la voce del proprio uomo può rivelarsi molto eccitante.

 

 

 
 
 

Lo sapevi che? 

L’attività sessuale ha caratteristiche simili a una lezione di cardio-fitness, con l’effetto di aumentare la resistenza del sistema cardiocircolatorio, contribuire a un migliore afflusso di sangue ai tessuti e a una più efficiente ossigenazione dell’organismo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti