10+1 Cose da fare con i bambini a Milano

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 07/11/2023 Aggiornato il 28/11/2023

Salire sulle terrazze e guglie del Duomo, scoprire i quartieri più caratteristici, divertirsi ai musei per famiglie, giocare nei parchi: sono solo alcune delle cose da fare con i bambini a Milano. La città lombarda infatti è perfetta per una gita in famiglia. Scopriamo insieme perché!

10+1 Cose da fare con i bambini a Milano

Se pensate che visitare una città sia un’attività solo da grandi e non ci siano cose da fare a Milano con i bambini dovrete ricredervi. Il capoluogo lombardo è una meta perfetta per organizzare un weekend o anche solo una giornata in famiglia all’insegna di arte, cultura e tanto divertimento. Infatti, è ricchissima di luoghi adatti a grandi e piccini, da scoprire tutti insieme passeggiando con lo sguardo curioso e attento. Il trucco per rendere tutti felici è costruire un itinerario capace di incuriosire anche i bimbi. Ecco allora una piccola guida per organizzare una gita a Milano a misura di bambino.

1. Salire sulle guglie del Duomo

milan-cathedral-2436458_1280 (1)

Foto di ShenXin da Pixabay

In cima alla lista delle cose da fare a Milano con i bambini ovviamente c’è la visita al Duomo con le sue magnifiche guglie. Simbolo del capoluogo lombardo, è una delle chiese più belle e famose del mondo. I vostri bambini rimarranno affascinati dalla vista che si gode dalle terrazze, dove potranno ammirare da vicino anche le oltre 3.400 statue e le 135 guglie che abbelliscono il monumento. Non dimenticatevi di dare uno sguardo alla famosa Madonnina dorata, punto più alto della cattedrale.

Un suggerimento? Arrivate in piazza Duomo con la metropolitana: il colpo d’occhio che avrete sul Duomo quando salirete le scale varrà da solo il viaggio. Soprattutto se amate lo shopping, ricordatevi di percorrere via Vittorio Emanuele, fra piazza Duomo e San Babila (ma anche via Torino, via Orefici e via Dante): troverete moltissimi negozi, oltre a diversi mimi e artisti di strada, che faranno la gioia dei vostri figli. Da San Babila potete raggiungere facilmente anche il notissimo quadrilatero della moda.

Se invece siete appassionati di mostre, dirigetevi a Palazzo Reale, a destra del Duomo (guardando l’entrata della chiesa), che ospita diverse esposizioni.

2. Cercare il toro nella Galleria Vittorio Emanuele

architecture-5055472_1280 (1)

Foto di Dimitrisvetsikas1969 da Pixabay

Proprio accanto al Duomo (sulla sinistra, guardando l’entrata della chiesa), si trova la Galleria Vittorio Emanuele, altro simbolo indiscusso della città e altro luogo imperdibile se decidete di visitare Milano con i bambini. Percorrere i suoi 196 metri, fra vetrate, stucchi, marmi, mosaici, negozi, caffè, è un grande classico.

Chiedete ai vostri bambini di cercare sul pavimento di mosaico il famoso toro (si trova nell’ottagono centrale della Galleria) e, una volta individuatolo, di schiacciargli i testicoli ruotandoci sopra con il tallone destro per tre volte. Si dice che questo rito scaramantico porti fortuna.

3. Ammirare il Teatro alla Scala

pexels-alexandro-d'elia-5468937

Foto di Alexandro D’Elia da Pexels

Percorrendo Galleria Vittorio Emanuele in direzione opposta al Duomo, si arriva davanti alla Scala (sulla sinistra), uno dei più importanti teatri d’opera del mondo. Se avete un po’ di tempo non limitatevi ad ammirare il maestoso edificio dall’esterno, ma visitate l’interno.

Potete anche organizzarvi in anticipo per assistere a uno spettacolo, aderendo al progetto “Grandi Spettacoli per Piccoli”, che prevede opere e concerti pensati per ragazzi al prezzo simbolico di 1 euro sotto i 18 anni (per gli adulti accompagnatori sono previsti biglietti da 5 a 48 euro).  Di fronte alla Scala, al di là della piazza, si trova Palazzo Marino, sede dell’amministrazione comunale, un’opera cinquecentesca visitabile.

4. Visitare il Castello Sforzesco

castello-sforzesco-4388404_1280 (1)

Foto di RGY23 da Pixabay

Come molte altre città d’arte, anche Milano ha il suo castello. Si tratta del Castello Sforzesco, a pochi passi dal Duomo: anche se non è paragonabile alla Reggia di Versailles o al Castello di Chambord ha comunque il suo perché. I grandi cortili, le mura, i fossati, le torri e il camminamento sulle merlate valgono sicuramente una tappa.

Se non siete ancora convinti, sappiate che al Castello sono disponibili diverse attività per le famiglie e che alle sue spalle si trova uno dei polmoni verdi più grandi di Milano, il Parco Sempione. I bambini avranno di che divertirsi fra parchi giochi, laghetti e campi in cui correre liberi.

All’interno del parco Sempione si trova anche il piccolo ma affascinante Acquario Civico di Milano, che racconta la storia dell’acqua, una Biblioteca che i sabato mattina organizza letture per bambini, e la Triennale, che propone mostre d’arte, design, architettura e moda e spettacoli di vario tipo. Non lasciatevi sfuggire l‘Arco della Pace, dalla parte opposta del parco rispetto al castello.

Un’altra bella area verde sono i giardini Indro Montanelli in porta Venezia.

5. Passeggiare per Brera

pinacoteca-di-brera-3529145_1280 (1)

Foto di Dimitrisvetsikas1969 da Pixabay

Quello di Brera, nel cuore del centro storico, non lontano dalla Scala, è considerato uno dei quartieri più affascinanti e particolari della città. Inoltrarsi lungo le sue vie acciottolate, ammirando i tanti scorci suggestivi, è una delle migliori cose da fare a Milano con i bambini. In particolare, non potete perdervi la visita all’Orto botanico di Brera, un giardino storico che permette di scoprire la bellezza del mondo delle piante nel centro di Milano. Una vera e propria oasi di pace per tutta la famiglia.

Varrebbe la pena visitare anche la famosissima Pinacoteca, dove vengono organizzati visite guidate e laboratori per bambini, ma se non avete tempo, ritagliatevi almeno alcuni minuti per ammirare il cortile interno e il palazzo: non ve ne pentirete.

6. Correre in Piazza Gae Aulenti

unicredit-tower-2732665_1280

Foto di Robertoangaroni da Pixabay 

Fra le cose da fare a Milano con i bambini non può mancare una capatina in piazza Gae Aulenti, moderna piazza pedonale sopraelevata, epicentro della parte più moderna della città. Con le fontane provviste di giochi d’acque e di musica, la promenade pedonale con panchine, aree relax e alberi, il famoso Bosco Verticale, i tanti negozi, questa zona incanterà grandi e piccini.

Prevedete una sosta anche a BAM-Biblioteca degli alberi, un giardino botanico contemporaneo con aree gioco per i bambini, percorsi benessere e un fitto calendario di eventi.

7. Scoprire i Navigli

dock-2684851_1280 (1)

Foto di Cesco da Pixabay

Non era certamente paragonabile a Venezia, ma un tempo anche Milano era una città d’acqua. Fino alla fine dell’Ottocento, il capoluogo lombardo era attraversato da una moltitudine di canali e attrezzato con un efficiente porto, la Darsena. Oggi è ancora possibile immergersi in qualche scorcio di una Milano d’altri tempi nella zona dei Navigli, che negli ultimi anni è stata riqualificata.

Passeggiare fra botteghe di artigiani, palazzi a ringhiera, gallerie d’arte, tavolini all’aperto, negozi e mercati è sicuramente una bella esperienza da fare coi bambini, anche la sera. 

8. Avventurarsi nel Cimitero Monumentale

pexels-mick-de-paola-13076201 (1)

Foto di Mick De Paola da Pexels 

Inserire un cimitero nel vostro itinerario alla scoperta di Milano vi sembra una pessima idea? Potrebbe non esserlo affatto, se si tratta del Cimitero Monumentale. Questo luogo infatti è ricco di fascino, arte e storia, un vero e proprio museo a cielo aperto, che vi permetterà di percorrere intere pagine di storia insieme ai vostri bambini. Del resto, nemmeno una visita a Parigi non può non contemplare una passeggiata al noto cimitero Père-Lachaise.

Prima di entrare, fatevi consigliare all’Infopoint, situato sotto i portici di sinistra, quale itinerario seguire. Spesso vengono organizzate anche delle attività per famiglie.   

9. Scoprire al Museo della Scienza e della Tecnologia

submarine-7060134_1280 (1)

Foto di Dimitrisvetsikas1969 da Pixabay 

Quando si tratta di organizzare le cose da fare a Milano con i bambini è vietato dimenticarsi dei musei per bambini. Da questo punto di vista, la città lombarda offre tantissimo alle famiglie. Uno dei suoi musei più famosi è quello della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, fra i quattro principali musei scientifici e tecnologici d’Europa. I bambini potranno andare divertirsi e imparare nelle diverse aree, come le Gallerie Leonardo da Vinci, il razzo Vega, l’area Spazio con il frammento di Luna, il sottomarino Enrico Toti, il transatlantico Conte Biancamano.

Previste anche mostre temporanee, installazioni di arte digitale, attività educative e workshop. Fra l’altro il museo è vicino alla Chiesa di Sant’Ambrogio, che merita una visita, così come tutto il quartiere.

10. Divertirsi al Muba

MUBA_NATURA1

Foto da Muba

In realtà, a Milano non c’è che l’imbarazzo della scelta in fatto di musei. Citiamo, fra gli altri, il MUBA, il Museo dei Bambini, che ha uno spazio anche per i bimbi più piccoli; il Museo di Storia Naturale, che vanta una collezione incredibile di animali, scheletri, fossili e minerali; l’Accademia dei Bambini alla Fondazione Prada, con attività, laboratori e atelier per avvicinare i bimbi all’arte; il Leonardo3 Museum, dedicato a Leonardo da Vinci.

E non dimenticativi del Museo delle Illusioni, uno spazio in cui stupirsi e rimanere a bocca aperta è praticamente… d’obbligo. O Wow fumetto, uno spazio dedicato ai fumetti.

10+1 Provare mezzi di trasporto insoliti

miland-89933_1280 (1)

Foto di Malagueto da Pixabay 

Se volete vivere un vero e proprio viaggio, perché non partite per un tour in barca sui Navigli? I canali sono infatti navigabili e a disposizione dei turisti ci sono vari itinerari. Oppure potete fare un giro su uno dei tram storici, come il n. 1, 10 e 5. Un’ultima chicca: la passerella Highline Galleria, una passerella pedonale lunga circa 250 metri situata sui tetti della famosa Galleria Vittorio Emanuele (l’accesso è situato in via Silvio Pellico).

Nelle vicinanze di Milano ci sono anche tanti parchi divertimento

In copertina foto di Mikhail Nilov da Pexels

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti